CHIUDI
CHIUDI

26.07.2019

No al ponte-diga, gioiscono anche le opposizioni

Il rendering del progetto del ponte diga sull’Adige ad Arcè
Il rendering del progetto del ponte diga sull’Adige ad Arcè

Applaudono al no definitivo ai ponti-diga di Settimo e Arcè, arrivato dopo la prima bocciatura nello scorso aprile da parte della Commissione Via regionale, i gruppi consiliari di Pescantina Democratica, Siamo Pescantina e Partito Democratico, rappresentati in Consiglio da Paola Zanolli con Guendalina Corbioli, da Rosanna Lavarini e dall’ex sindaco Luigi Cadura. A questi si aggiungono Alberta Lonardi, a nome dei Comitati di Settimo e Arcè, e il Movimento 5 Stelle del consigliere Emanuele Boscaini. «Questo atto dell’organo competente della Regione», esordiscono Cadura e Zanolli, «viene a completare un lungo lavoro che ci ha visti in prima fila nella precedente amministrazione. Eravamo contrari ai progetti presentati da Technital per conto di Iniziative veronesi srl e contrari restiamo: troppo impattante per i due borghi di Arcè e Settimo le due proposte che verrebbero a snaturare irreversibilmente l’ecosistema fluviale dell’Adige e produrrebbero sovraccarichi di traffico nelle frazioni». Nel merito, i quattro consiglieri comunali avevano presentato ulteriori osservazioni per ribadire la piena legittimità della decisione della Via, mentre le risposte di Iniziative Veronesi non aggiungono nulla a quanto già esaminato in istruttoria. Le osservazioni presentate richiamavano quanto già esposto dall’amministrazione uscente evidenziando numerose criticità e lacune progettuali. L’ex sindaco Luigi Cadura, oggi capogruppo del Pd, si rallegra. «Valutiamo positivamente che la Lega di Pescantina si sia finalmente schierata contro i due progetti a tutela di Pescantina e del suo fiume». E aggiunge: «I tre gruppi consiliari proseguono anche dai banchi dell’opposizione nel loro lavoro a tutela dell’ambiente, sempre vigili per evitare ulteriori danni e pronti a stimolare attivamente l’attuale amministrazione». Precisa Emanuele Boscaini, consigliere del M5Stelle: «È molto bello gioire per questo risultato: siamo molto contenti anche noi. Ma, per correttezza, riteniamo doveroso siano riconosciuti i meriti di chi ha lavorato incessantemente per arrivare a ciò: i comitati dei cittadini di Settimo e Arcè, la precedente amministrazione e anche il M5S che ha presentato osservazioni e raccolto firme per sensibilizzare i cittadini su questo problema. La difesa dell’ambiente rimane una nostra priorità: su questi temi facciamo gol per Pescantina tutti insieme». Conclude un’altra residente che si è battuta con Roberto Manara e Giovanni Fontana nei Comitati di Settimo e Arce contro i ponti-diga: «Mi sento in dovere di ringraziare quanti ci hanno supportato in questa avventura durata diversi mesi: l'amministrazione Cadura, Paola Boscaini, Paola Zanolli, Manuel Brusco, Salviamo il Paesaggio, Wwf, Soprintendenza, tutti i gruppi e le singole persone, la nuova amministrazione Quarella e Angela Fioretta che hanno avuto l'opportunità di chiudere un iter fondamentale per tutelare il nostro fiume e il nostro territorio». Commenta il sindaco Davide Quarella e puntualizza: «Prendo atto di questa disponibilità, riconosco il lavoro fatto a più mani e invito ancora una volta tutti coloro che hanno a cuore il territorio di Pescantina a impegnarsi sui grandi problemi che ci stanno davanti per arrivare tutti insieme a un risultato importante per Pescantina». •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1