CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

Tutti pazzi per il palio di Recioto e Amarone

Il centro di Negrar durante il palio dell’anno scorso
Il centro di Negrar durante il palio dell’anno scorso

Il centro di Negrar di Valpolicella è pronto ad accogliere, da sabato a lunedì 22 aprile, la sessantasettesima edizione del Palio del Recioto e dell’Amarone con la sua carica di degustazioni enologiche, assaggi gastronomici, concerti, appuntamenti culturali e artistici. È ai nastri di partenza la manifestazione organizzata dal Comune, l’ultima dell’amministrazione del sindaci Grison, in un carica per un altro mese, evento che piace a negraresi, veronesi e visitatori da fuori provincia per una passeggiata nelle vie del centro dopo il pranzo in famiglia, una Pasquetta all’insegna dell’amicizia, una chiacchierata con i produttori di vino locali. Martedì 23 aprile, come ormai tradizione, gran finale sportivo con la gara ciclistica internazionale under 23 Palio del Recioto su un tracciato di 160 chilometri che, oltre al territorio negrarese, attraverserà i comuni di Marano e Sant’Anna d’Alfaedo. «Dopo il successo della Vetrina dell’Amarone, in marzo, continuiamo nella promozione dei nostri prodotti a partire dal vino con un programma dal forte taglio culturale», sottolinea l’assessore a turismo e manifestazioni, Camilla Coeli. Proprio sotto il profilo turistico, il Comune prosegue anche in questa edizione la collaborazione con associazioni locali e Strada del Vino Valpolicella per dare impulso a una serie di luoghi d’interesse storico culturali. Sono 16 le cantine che nell’edizione 2019, nelle casette in legno in via Mazzini, faranno assaggiare il loro Recioto e che partecipano al concorso enologico. A capo della giuria, quest’anno, ci saranno i tre sommelier Gianluca Boninsegna, Enrico Fiorini e Marco Scandogliero, poi ci saranno quattro enologi e il segretario comunale Giuliana Todeschini a fare da «notaio». I tre sommelier, inoltre, lunedì 22 aprile guideranno le degustazioni della serie Impariamo a degustare che si terranno alle 11, 14 e 16.30 in corte Vason Caprini. «Siamo contenti di poter prendere parte a questa grande festa», affermano i tre professionisti. «Il Recioto è un vino eccezionale che merita questa vetrina, a Verona lo sanno praticamente tutti che è il papà dell’Amarone noto in tutto il mondo, ma fuori dai nostri confini è ancora poco conosciuto». L’inaugurazione del Palio si terrà sabato alle 17, quando apriranno gli stand enogastronomici e inizierà l’esibizione della Banda comunale di Negrar e del complesso bandistico scaligero Vincenzo Mela di Isola della Scala, seguita alle 19 dal concerto della band Lato A. Già al mattino, sabato, sono in programma due appuntamenti culturali in corte Vason Caprini: alle 10 è prevista la presentazione del libro di Diego Alverà «T. Tazio Nuvolari», Pozzo 1928, e alle 11.30 ci sarà l’inaugurazione della mostra «Negrar di Valpolicella: libera la tua arte», a cura dell’Utl. Altro appuntamento culturale nel pomeriggio: c’è l’allestimento « Come eravamo», una mostra che aprirà i battenti sabato alle 16 nei locali della scuola primaria di Negrar. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1