CHIUDI
CHIUDI

06.01.2020

Si brucia il passato Poi inizia la serie di 32 manifestazioni

Oggi il falò dell’Epifania nel piazzale dei campi sportivi di Santa Maria-Arbizzano, apre il cartellone di eventi programmati quest’anno dal Comitato Sagra Santa Maria che gestisce la Baita della Comunità a Santa Maria. Alle 18, sarà acceso il falò per dire simbolicamente addio al 2019, bruciare ricordi e cose passati, guardare al futuro. Il Comitato offrirà bevande calde a tutti. L’evento è patrocinato dal Comune di Negrar di Valpolicella. La partecipazione è libera. Nelle prossime settimane, poi, alla Baita di Santa Maria, prenderanno il via cene e degustazioni enogastronomiche, laboratori per bambini, feste in maschera, incontri culturali e tanti altri appuntamenti pensati per bambini, ragazzi, adulti e anziani. Sono 32 in totale, avranno come momento clou in giugno la sagra Santa Maria in Festa e sono stati presentati nella sede del circolo. Il Comitato li ha predisposti con la collaborazione del Comune, dell’associazione Genitori Negrar e della Parrocchia di Santa Maria. Durante la presentazione, inoltre, ha deciso di omaggiare con un bottiglia Magnum di Amarone della Valpolicella tre sostenitori e collaboratori della Baita: Ulyana Avola, assessore ai servizi sociali del Comune di Negrar dal 2014 al 2019; Antonio Terracciano, campione d’Italia con l’Hellas Verona nel 1985; Renato Gandini del Gruppo Alpini di San Peretto di Negrar. «Dobbiamo ringraziare anche gli sponsor che da tempo sostengono le varie attività, condividendo anche i nostri progetti sociali», afferma il presidente del Comitato Sagra Santa Maria Circolo La Baita, Francesco Zantedeschi. Proprio quest’anno, nel mese di aprile, si concluderà il sostegno triennale offerto dalla Baita negrarese al progetto sociale Famiglia di Ancarano, colpita dal terremoto dell’Umbria. •

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie