CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019

Riapre campetto di calcio di San Vito

Il campo di calcio di San Vito di Negrar   FOTO PECORA
Il campo di calcio di San Vito di Negrar FOTO PECORA

Il Comune di Negrar di Valpolicella ha riaperto il campetto da calcio sintetico di San Vito e affidato alla Polisportiva Negrar la gestione. Spera così di garantire un suo utilizzo rispettoso delle esigenze della società sportiva e dei ragazzi della frazione, ma anche della tranquillità dell’intero quartiere. Come da richieste di tanti residenti, stanchi di notare e segnalare danneggiamenti, sporcizia, schiamazzi e disturbi a tutte le ore, presenza indisturbata di giovani provenienti da altri comuni, difficoltà di accesso per i più piccoli. «L’utilizzo e la gestione del campetto di San Vito avevano dato luogo a molti inconvenienti» ammette l’assessore all’urbanistica e al patrimonio, nonché vice sindaco, Fausto Rossignoli. Si è occupato della sistemazione, nuova gestione e riapertura del campetto insieme al collega delegato ai lavori pubblici, Bruno Quintarelli, e all’assessore ai servizi sociali, Franca Righetti. «Un intervento risolutore è stato più volte sollecitato dai residenti e non è stato facile arrivare alla quadra. Ci siamo riusciti lavorando tutti insieme, i tre assessorati e la Polisportiva Negrar». Per quanto riguarda i lavori di rimessa in sesto del bene pubblico, «è stata completata la recinzione, sono state riposizionate le porte ed è stato trattato il manto sintetico» spiega Quintarelli. «Alla recinzione ha pensato il Comune direttamente, la manutenzione del tappeto e delle porte è stata effettuata invece dai volontari della Polisportiva a seguito della convenzione stipulata per la gestione. Tra non molto», continua l’assessore ai lavori pubblici, «saranno effettuati due interventi tecnici che miglioreranno ancor più la fruibilità del campetto: la completa e approfondita manutenzione del manto sintetico e l’installazione di un impianto di illuminazione». Per quanto riguarda l’utilizzo, l’accordo stipulato con la società sportiva negrarese prevede che l’impianto venga utilizzato ogni settimana dalle sue squadre per tre sedute di allenamento. Per il tempo restante l’accesso sarà libero per chi ha meno di 14 anni, in modo che abbiano uno spazio sicuro e ben tenuto dove giocare. Ai ragazzi dai 14 anni in su, invece, sarà riservata la fascia oraria tra le 18 e le 20, tre o quattro volte la settimana a seconda della stagione ma solo su prenotazione dello spazio. Della manutenzione si occuperà la Polisportiva Negrar. Il campetto in erba sintetica, utilizzabile solo per il gioco del calcio, sarà aperto e chiuso tutti i giorni da incaricati che collaborano con la società. Orari di apertura e regolamento da rispettare - con disposizioni precise per esempio su abbigliamento e scarpe da indossare, divieti di parcheggio, ingresso non consentito agli animali - sono pubblicati sul sito istituzionale del Comune. «Sentiamo di dovere un grazie particolare alla Polisportiva e al suo presidente Damiano Gobbetti, senza la cui generosità la soluzione del problema sarebbe ancora lontana» conclude l’assessore al sociale Righetti. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1