CHIUDI
CHIUDI

30.06.2019

Reintegrata tra i consiglieri Prati lascia il posto in Giunta

Chiara Prati, assessore da una decina di giorni, lascerà l’incarico in giunta conferitole dal sindaco Roberto Grison e rappresenterà in consiglio comunale la Lista Tosi- Ama Negrar, sedendo tra i banchi della maggioranza insieme ai consiglieri di liste Insieme per Negrar, Comunità e Territorio e Laboratorio Negrar. Prati, candidata sindaco al primo turno, per il ballottaggio aveva firmato l’apparentamento con la coalizione pro Grison che prevedeva un suo ruolo in Consiglio con delega ad attività produttive e commercio. Ma secondo i calcoli del seggio centrale, eseguiti all’indomani dell’esito delle votazioni, la sua lista non aveva raggiunto una percentuale di voti sufficiente a ottenere la carica di consigliere. La sorpresa fu generale. Poi alla sorpresa seguirono sia la presentazione da parte di Prati al presidente del Tribunale e al prefetto di un ricorso per annullamento in autotutela della prima declaratoria sia la decisione di Grison di nominarla assessore in attesa dell’esito del ricorso. Al consiglio comunale d’insediamento, il 25 giugno, Prati ha partecipato in qualità di assessore e la civica Insieme per Negrar (la più votata in assoluto nell’ultima tornata elettorale) si è tenuta sette consiglieri. Ma ora tutto pare destinato a cambiare di nuovo. La commissione guidata dal giudice Marco Cucchetto si è riunita in municipio, venerdì, e ha accolto il ricorso per annullamento in autotutela, modificando la precedente declaratoria senza bisogno di ulteriori ricorsi al Tar da parte della Lista Tosi- Ama Negrar. Per effetto della nuova decisione, dunque, entra in consiglio Prati ed esce un consigliere di Insieme per Negrar. La prima dovrà pertanto lasciare l’assessorato. E si tornerà, come sottolineano in perfetto accordo il sindaco e la stessa Prati, allo scenario previsto e auspicato al momento della firma per l’apparentamento. «Sono soddisfatta, io e la mia lista i numeri li abbiamo per sedere in consiglio», dichiara Prati. «La risoluzione da parte del magistrato e della commissione in tempi così rapidi è stata molto apprezzata, insieme alla disponibilità dimostrata. Ora possiamo metterci al lavoro e da parte mia c’è il desiderio non solo di rispettare i patti, ma anche d’impegnarmi a fondo nel ruolo di consigliere». Aggiunge Grison: «L’accoglimento del ricorso e la correzione del magistrato, che nessuno si aspettava in tempi così rapidi, ci permettono di ripristinare la situazione iniziale e tornare agli equilibri decisi con quell’accordo. Siamo tutti più sereni e nei prossimi giorni tornerò a dialogare con i gruppi di maggioranza su questi equilibri». «Ora che giustizia è fatta pensiamo solo a lavorare», continua il responsabile della Lista Tosi-Ama Negrar, Zeno Pescarin, che annuncia: «Lunedì (domani, ndr) il direttivo di Ama Verona si riunirà per decidere le future mosse politiche, in condivisione con il sindaco Grison». Anche nei gruppi di maggioranza c’è soddisfazione per la risoluzione «di una criticità piuttosto spinosa” afferma il vice sindaco Fausto Rossignoli di Comunità e Territorio. «Va ringraziata per la tempestività e la professionalità la commissione elettorale che, sotto la guida del giudice Cucchetto, è tornata sui suoi passi e ha corretto l’errore», conclude Rossignoli. «Ora ci sono le condizioni per procedere spediti al completamento degli organi comunali». A questo proposito, a fronte dei già nominati assessori Rossignoli, Bruno Quintarelli e Franca Righetti, gli assessorati ancora scoperti passano da uno a due. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1