CHIUDI
CHIUDI

28.01.2020

Norme edilizie nel segno dell’ambiente

Pratiche edilizie più veloci? A Negrar si può, promettono il sindaco Roberto Grison e il suo vice, Fausto Rossignoli, titolari nelle materie edilizia e urbanistica. Come? Grazie al nuovo regolamento edilizio comunale approvato dal consiglio comunale all’unanimità sul finire del 2019. «Le famiglie, le aziende e i professionisti hanno a disposizione un nuovo strumento di lavoro, omogeneo e semplificato, che renderà più veloci le pratiche» affermano, annunciando la novità anche nei canali web e social dell’ente locale. Eaggiungono: «Il Regolamento è nato da un lavoro condiviso tra tecnici del Comune e liberi professionisti che operano sul territorio». Inoltre è stata allargata la Commissione locale per il paesaggio: gli esperti passano da tre a cinque, tre effettivi e due supplenti. «In un territorio vincolato come il nostro» spiega Rossignoli, «questa Commissione si occupa di valutare gli interventi che incidono sul paesaggio e sull’ambiente, prescrivendo le modifiche e gli adattamenti più opportuni per garantirne la protezione. Ora potrà lavorare con più professionalità e più speditamente». L’approvazione di un nuovo regolamento in ambito edilizio non nasce da un’iniziativa del Comune di Negrar di Valpolicella, ma è un atto imposto da Regione e Stato a tutti gli enti locali con un termine fissato al 31 dicembre 2019, poi prorogato in favore dei ritardatari. «Il nostro Comune rientra tra i pochi che sono riusciti nell’impresa e crediamo sia una prova di serietà verso imprese e famiglie» spiega Rossignoli. «La legge statale, la legge regionale e le disposizioni della Giunta regionale prevedevano l’obbligo per i Comuni di adottare un «Regolamento edilizio tipo» per semplificare e uniformare le regole. Così abbiamo rivisto e integrato le nostre norme edilizie comunali adottate nel corso degli anni». L’esito di questo riposizionamento legislativo si farà sentire per tutti: «Ora sarà più semplice lavorare, per tutti, anche considerando che nei primi sei mesi del nostro mandato amministrativo è stata messa a segno la Variante urbanistica 4a con le proroghe delle concessioni edilizie previste dal Piano degli interventi». Il sindaco Grison punta sul lavoro di condivisione alla base del provvedimento, in un’ottica di collaborazione tra le parti in gioco ogni volta che una pratica edilizia mette Comune e privati a confronto. «I tecnici comunali hanno lavorato conforntandosi con una commissione di tecnici del territorio, rappresentativa dei professionisti del ramo» afferma il sindaco. «Inoltre, si sono confrontati con un avvocato incaricato dal Comune. La materia è troppo delicata e importante, per il governo del territorio e per l’economia locale. Ne è uscito un buon risultato condiviso da tutti, anche in consiglio comunale dalla minoranza, che permetterà a professionisti e aziende di lavorare con meno problemi, meno burocrazia e più speditamente». •

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie