CHIUDI
CHIUDI

19.03.2020

Negrar, sul campanile
il messaggio
di Giovanni Paolo II

I preti di Negrar appendono al campanile della chiesa parrocchiale un mega striscione con l’immagine di San Giovanni Paolo II e mandano a tutti un messaggio di forza, speranza e fede. Per farlo il parroco don Luca Masin e i suoi giovani curati, don Luca Zamboni e don Pablino Ferreira, hanno abbinato all’arcobaleno - «da sempre segno di alleanza e di pace» dicono - e alla scritta bene in vista “Andrà tutto bene”, un’immagine del papa polacco poi divenuto santo e la sua celebre frase «Non abbiate paura».

 

Poi non hanno perso tempo. Hanno iniziato a far circolare sui social la fotografia dello striscione affiancata alla foto di quello che analogamente fu appeso al campanile il 17 aprile 1988 per la visita dell’allora papa Giovanni Paolo II all’ospedale di Negrar in occasione della beatificazione di San Giovanni Calabria.

 

Hanno realizzato anche un video e diffuso un messaggio di accompagnamento. «In questo tempo guardiamo verso l’alto» affermano i preti di Negrar. «Quell’arcobaleno ci farà vicini al Padre, la frase “Non abbiate paura” ci ricorda che tutto è nelle sue mani! Negrar, non avere paura. Dio è con te, sempre!». Hanno inviato il tutto anche ad alcuni contatti per fare in modo che il messaggio arrivasse ai sanitari che a due passi dal campanile e dalla chiesa di Negrar, all’ospedale Sacro Cuore Don Calabria, stanno lavorando indefessamente da settimane per fronteggiare il contagio da Covid-19.

 

Molti dei parrocchiani negraresi hanno ringraziato sui social i loro sacerdoti e speso parole di gratitudine per la loro vicinanza. Don Masin, don Zamboni e don Ferreira stanno infatti facendo di tutto, in questo periodo di Quaresima e di emergenza che tiene per forza di cose i fedeli fuori dalle chiese, per raggiungerli con il Vangelo e parole di conforto.

Camilla Madinelli
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie