CHIUDI
CHIUDI

18.01.2020

L’ospedale Sacro Cuore nella rete della ricerca sulle malattie infettive

Mettere in rete le competenze diffuse nei centri italiani di eccellenza nella ricerca e cura sulle malattie infettive, con l’obiettivo di migliorare la diagnosi e la cura: è questo l’obiettivo di it-Idrin, la Rete italiana di ricerca sulle malattie infettive, finanziata dal ministero della Salute e coordinata dall’Inmi «Lazzaro Spallanzani» di Roma. Alla rete partecipano 6 Istituti di ricerca, con reparti di malattie infettive: l’ospedale Maggiore Policlinico di Milano, il Policlinico San Matteo di Pavia, il Policlinico San Martino di Genova, ospedale San Raffaele di Milano, Policlinico Gemelli di Roma e anche l’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. «La logica della rete», spiegano gli infettivologi, «non gestisce solo la partecipazione al progetto dei centri di ricerca che ne fanno parte; si tratta proprio di un metodo che verrà utilizzato per costruire un nuovo approccio alla diagnosi e cura delle malattie infettive. Combinando la teoria delle reti e la biologia dei sistemi complessi, ha dato vita a quella che oggi viene definita «network medicine». Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto malattie infettive di Roma e coordinatore del network it-Idrin, afferma che «la costituzione della rete di ricerca sulle malattie infettive è un obiettivo impegnativo e potrà costituire un modello metodologico per le importanti sfide che si presenteranno nei prossimi anni, prima tra tutte la resistenza antimicrobica». •

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie