CHIUDI
CHIUDI

14.01.2020

Il punto vaccini si allontana di 15 chilometri

Il punto per le vaccinazioni di Negrar, ora è stato chiuso FOTO PECORA
Il punto per le vaccinazioni di Negrar, ora è stato chiuso FOTO PECORA

Anno nuovo, nuovi chilometri da macinare per potersi vaccinare. Con lo scorso dicembre, l’ambulatorio vaccinale di Negrar ha infatti chiuso i battenti. E il servizio per gli utenti della zona, molto ampia e che comprende anche alcuni paesi della Lessinia, si è trasferito a Domegliara. L’ambulatorio di riferimento, infatti, è ora quello di via Stazione 4, a circa una quindicina di chilometri di distanza e venti minuti – in auto –rispetto all’ambulatorio cancellato. Quello di Negrar è stato tolto «nell’ambito di una scelta che ricade all’interno della riorganizzazione generale dei punti vaccinali, effettuata nell’ottica di una ottimizzazione delle risorse a disposizione, anche a fronte della nota carenza di personale medico comune a tutto il territorio nazionale ma con l’obbiettivo di migliorare qualitativamente il servizio offerto», spiega Denise Signorelli, direttrice sanitaria dell’Ulss 9. Sulla porta dell’ambulatorio di via Francia, attiguo alla sede della polizia locale e dove rimangono comunque altri servizi di distretto, un foglio informativo avvisa che dall’11 dicembre, il punto vaccini si è trasferito altrove. La novità ha messo sul piede di guerra parecchi genitori, che ora stanno valutando di protestare formalmente contro la decisione dell’Ulss 9, anche se alcune mamme hanno già deciso di inoltrare via mail le proprie lamentele. Le criticità sollevate sono principalmente due. Innanzitutto la questione logistica che si amplifica nei nuclei familiari che non hanno la possibilità di spostarsi in auto. Inoltre, c’è anche chi solleva problematiche di tempo e non solo per quello impiegato per e da Domegliara ma anche riguardo l’impossibilità di poter sottoporre il proprio bimbo alla visita pediatrica prima della somministrazione vaccinale: ora si dovrà più frequentemente effettuare visita e vaccino dei bambini in due giorni diversi, con ulteriore perdita di tempo e anche di ore di lavoro o di scuola. «In un momento storico in cui si dovrebbe agevolare i bimbi a vaccinarsi e sensibilizzare sull’importanza della profilassi, si chiude e si allontana il servizio: sembra un controsenso», riflette una mamma fuori dall’ormai ex sede vaccinale di Negrar. Di contro, Signorelli argomenta che «l’afferenza verso centri più grandi garantisce attrezzature aggiornate quali per esempio la conservazione dei vaccini in frigoriferi sanitari con rilevazione della temperatura, presenza di tutti i presidi per le emergenze e consentirà un sistema di chiamata degli utenti che potranno effettuare il servizio in tempi più brevi, con meno attese». A Negrar, la somministrazione dei vaccini – che da oltre un anno era possibile solo previo appuntamento – avveniva due giorni a settimana, al mattino. Da tempo, invece, «il centro di Domegliara è attivo cinque giorni a settimana», aggiungono dall’Ulss 9. Gli orari per prenotare telefonicamente il vaccino, così come quelli dello sportello prenotazioni, rimangono comunque attivi 5 ore a settimana: il lunedì 11-13, mercoledì e giovedì 12-13.30. Tra l’altro, per velocizzare la procedura, è consigliato contattare il servizio direttamente via mail all’indirizzo: vaccini.domegliara@aulss9.veneto.it. Il personale risponde in breve tempo e si evitano così infinite attese al telefono, che risulta praticamente sempre occupato. La chiusura del punto di Negrar sembra definitiva. Tuttavia, in calce, la nota dell’Ulss 9 specifica che «dopo un periodo di sperimentazione si verificherà la validità del modello proposto». •

Ilaria Noro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1