CHIUDI
CHIUDI

20.01.2020

Il Comitato sagra Santa Maria pronto per nuovi progetti sociali

Tre anni di impegno sociale per l’Umbria terremotata e dieci viaggi per verificare i bisogni, portare i generi necessari, fare amicizia con la popolazione locale all’insegna della solidarietà. È il bilancio del sostegno triennale offerto dal Comitato sagra Santa Maria Circolo La Baita (che gestisce a Santa Maria la Baita della Comunità) al progetto «Famiglia di Ancarano». Dal maggio 2017 all’aprile 2020 il progetto prevede un aiuto mensile in generi alimentari e due interventi annuali straordinari a una famiglia composta da mamma e figlia residente nel piccolo paese umbro vicino Norcia colpito dal terremoto. Nello scorso dicembre il presidente del Comitato Francesco Zantedeschi e alcuni volontari si sono recati ad Ancarano per consegnare il sostegno straordinario e rinsaldare l’amicizia con don Luciano Avenati, parroco di 17 piccoli paesi in due valli. Ad aprile il progetto si concluderà, ma non l’impegno del gruppo a favore di chi ha bisogno. «Siamo pronti a valutare per il futuro altri progetti sociali», sottolinea Zantedeschi. «Invitiamo chi conoscesse situazioni particolarmente problematiche a segnalarcele». Prima di mettere a punto il programma «Famiglia di Ancarano», del resto, nel 2016 il Comitato e la Baita si sono mossi subito dopo il terremoto del 24 agosto che colpì l’Italia centrale. Gli incassi della festa di fine estate di quell’anno furono destinati alla ricostruzione dell’oratorio della chiesa parrocchiale di Santa Maria di Norcia, gravemente danneggiato dal sisma. Quando il 29 e 30 ottobre sempre del 2016 i volontari negraresi si recarono a Spoleto per la consegna del contributo vissero momenti di paura: la terra, proprio il 30 ottobre, tornò a tremare poco dopo le 7.30. Fortunatamente ne uscirono incolumi e proseguirono con la loro missione. Nel 2020, dunque, il Comitato Sagra Santa Maria Circolo La Baita è pronto a rimettersi in pista con un altro progetto sociale. Senza dimenticare, però, attività e lavori alla Baita della Comunità. Qui la pratica sportiva, attrattore in particolare di ragazzi e giovani, continua a rivestire un ruolo di primo piano. «Dopo la costruzione l’anno scorso del campo da calcetto in erba sintetica, nel corso di quiest’anno saranno finanziati nuovi fari a led da usare con gettoniera», conclude Zantedeschi. Per le famiglie, infine, il Comitato intende realizzare un’area pic-nic.

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie