L'appello di Zaia

Le fiamme tornano a divorare l'area verde di Fumane

Incendio ripreso nell'area verde di Fumane
Incendio ripreso nell'area verde di Fumane
Incendio ripreso nell'area verde di Fumane
Incendio ripreso nell'area verde di Fumane

Dopo 60 ore di lavoro da parte dei vigili del fuoco si pensava un problema archiviato. E invece a Fumane le fiamme sono tornate a divorare l'area verde già interessata dall'incendio dei giorni scorsi. Gli interventi si stanno garantendo da terra grazie all’intervento dei volontari ABI e personale dell’AVISP.

Ad annunciarlo è il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che in una nota sottolinea: «Continua a preoccupare la situazione degli incendi in Veneto. Anche oggi si è riproposta una giornata complessa, con il nostro personale e i nostri magnifici Volontari Antincendio Boschivo che sono intervenuti a Lamon, Fumane e Bibione. Li Ringrazio insieme a tutti coloro che sono impegnati nella stessa opera; stanno dando una grande prova di professionalità e abnegazione. Il caldo torrido sembra non dare ancora tregua; ho il ragionevole timore che la battaglia possa essere ancora lunga. In questo quadro è fondamentale l’aiuto di tutti. Rivolgo un appello alla massima responsabilità da parte di tutti i cittadini».

E aggiunge: «Rinnovando il mio ringraziamento a chi è impegnato su questo fronte, ricordo che si può continuare a frequentare i luoghi prescelti, ma usando il buon senso, ossia rinunciando se sulla propria strada si trovano Volontari AIB o Vigili del Fuoco in attività, evitando il crearsi di gruppi di curiosi, non parcheggiando l’auto incandescente dopo il viaggio sopra superfici arboree seccate, non gettando a terra una sigaretta nemmeno se si ritiene di averla spenta bene, utilizzando i tradizionali barbecue a distanza di sicurezza da ogni possibile arbusto e avendo cura poi di spegnere tutto con la massima sicurezza. Ringrazio i cittadini che vorranno seguire queste e le altre regole di comportamento».

Leggi anche
Spento dopo 60 ore l'incendio nei boschi sopra Fumane