CHIUDI
CHIUDI

30.04.2018

La festa delle grotte dà il via alla stagione delle escursioni

Per inaugurare la stagione escursionistica, la Pro Loco di Marano rinnova l’appuntamento con la Festa delle grotte: si terrà domani nei pressi di Malga Biancari e darà agli amanti della natura l’occasione di visitare le affascinanti grotte carsiche, o meglio chiamate «covoli». La festa è infatti nata per promuovere un turismo responsabile e sostenibile e far conoscere la sentieristica del luogo, ed è dedicata ai «covoli» «del Diaolo» e «Buso streto», due grotticelle di origine carsica ricche di concrezioni che per l’occasione saranno aperte al pubblico e illuminate grazie alla collaborazione della sezione della Protezione civile. Per gli interessati saranno a disposizione delle guide esperte della Pro loco che partiranno con delle visite dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16. L’occasione sarà dunque buona per inaugurare la stagione escursionistica che vede ogni estate numerosi appassionati camminare nei sentieri della Val Sorda, che unisce il territorio di Marano, Fumane e Sant’Anna d’Alfredo e offre tra le altre anche la possibilità di attraversare un ponte tibetano, voluto qualche anno fa delle due amministrazioni comunali assieme al Parco della Lessinia. Da domani, tutte le domeniche e festivi, Malga Biancari, una vecchia malga recentemente ristrutturata da cui partiranno le visite guidate per la Festa delle Grotte, sarà aperta come punto informativo, di ristoro e di appoggio per i visitatori. «ll territorio della Valle di Marano è pieno di punti interessanti da scoprire, che attraverso lo sviluppo di una rete sentieristica e la valorizzazione delle risorse naturali noi della Pro loco e l’amministrazione comunale stiamo valorizzando da anni», dice Dario Degani, presidente della Pro loco. «La Val Sorda ora è ricchissima di acqua e garantisce uno spettacolo unico e impareggiabile con cascatelle e forre e la fioritura di moltissime specie floreali selvatiche che lì hanno trovato il loro habitat naturale». Nota importante di sicurezza: il responsabile dell’Ais di Marano, Daniele Lonardi, raccomanda di indossare calzature adatte ad un tipo di percorso accidentato. •

A.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1