In tredici impegnati nei servizi pubblici

Dal mese di giugno sono partiti nel Comune di Bussolengo i Progetti di pubblica utilità (Puc). Questi servizi hanno visto impegnati otto persone che hanno lavorato al Cer estivo. Altre tre persone alla dipendenze della cooperativa Agespha, si sono occupate del trasporto disabili e altri due volontari hanno fatto da supporto ai Nonni vigile, aiutando i bimbi ad attraversare la strada, durante l’anno scolastico. «Sono servizi riservati alle persone che percepiscono il reddito di cittadinanza sul territorio comunale», spiega l’assessore Silvana Finetto, «è stato un lavoro certosino, durante il quale abbiamo esaminato le posizioni delle singole persone, le loro competenze e caratteristiche. Insieme agli assistenti sociali dei servizi sociali, abbiamo individuato prima le necessità del territorio e poi abbiamo distribuito le ore di lavoro nei vari servizi». E il progetto è destinato a proseguire e a coinvolgere altre persone: «Il progetto Puc continuerà nel tempo, in collaborazione con gli assistenti sociali, cercando di valorizzare le persone che percepiscono il reddito di cittadinanza e soprattutto fornendo dei servizi utili ai cittadini di Bussolengo». •. L.C.