Con gli imprenditori

Il viaggio del premier nel cuore della Valpolicella, tra il fruttaio e le cantine di Masi Agricola

La stretta di mano tra Draghi e Sandro Boscaini
La stretta di mano tra Draghi e Sandro Boscaini
La visita del premier Draghi a Masi Agricola
500 Internal Server Error

Internal Server Error

The server encountered an internal error or misconfiguration and was unable to complete your request.

Please contact the server administrator at [no address given] to inform them of the time this error occurred, and the actions you performed just before this error.

More information about this error may be available in the server error log.

Dopo il confronto con gli studenti della scuola Dante Alighieri di Sommacampagna e la visita all’Ossario di Custoza, il premier Mario Draghi ha incontrato alcuni imprenditori del territorio: Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, e Carla e Nadia Zenato.

A Gargagnago di Valpolicella, a fare gli onori di casa, Sandro Boscaini, l’ad Federico Girotto e Raffaele Boscaini, direttore marketing di Masi e presidente di Confindustria Verona, che hanno accolto Draghi, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e i rappresentanti delle istituzioni locali, il prefetto di Verona, Donato Cafagna e il sindaco di Sant’Ambrogio, Roberto Zorzi. La visita delle cantine è stata anche l’occasione per presentare in anteprima l’innovativo “Masi Operations & Visitor Center”, l’ampia struttura in fase di realizzazione, che celebrerà l’Anniversario delle 250 vendemmie (1772-2022) della famiglia Boscaini al vigneto “Vaio dei Masi”, che ha dato il nome all’azienda diventando marchio internazionale. "Siamo molto onorati della preferenza accordataci. Un riconoscimento alla storicità di Masi, della sua rappresentatività territoriale e alla qualità dei suoi vini apprezzati in tutto il mondo", ha commentato Sandro Boscaini. “Un'opportunità unica per rendere partecipe il presidente Draghi e le istituzioni dei progetti in essere, volti ad arricchire di nuovi significati il brand Masi e a coinvolgere il consumatore in forma emozionale e diretta. Un impegno per la crescita sostenibile a livello di territorio e di indotto, con il vino, ambasciatore del Made in Italy nel mondo, che diventa primario motore di turismo ".

La visita del premier Draghi a Masi Agricola
La visita del premier Draghi a Masi Agricola

In mattinata il premier ha incontrato anche Carla e Nadia Zenato esprimendo apprezzamento per l’impegno della famiglia nel promuovere l’eccellenza del vino italiano nel mondo. “È stato per noi un grande onore avere l’opportunità di confrontarci con il presidente, racconta Nadia Zenato, titolare dell’azienda vitivinicola nota per il Lugana e i vini rossi della Valpolicella, “e portare la storia della nostra azienda come esempio di quel ricco tessuto imprenditoriale veneto che si impegna con determinazione e dedizione a esportare valori, cultura, storia di un grande Paese, l’Italia. E’ quel desiderio di guardare al di là, di esplorare oltre ciò che già conosciamo, che ci ha portato anche ad intraprendere una nuova sfida con la Zenato Academy”, come ha raccontato con orgoglio al presidente, “nel sostenere giovani artisti e promuovere la sperimentazione in campo culturale e in particolare nell’ambito fotografico”.

L'incontro tra Draghi e Nadia Zenato
L'incontro tra Draghi e Nadia Zenato