Il Circolo anziani trasloca dal Centro diurno all’Arci

Il Circolo Anziani di Sant’Ambrogio di Valpolicella, che nel periodo pre-Covid aveva sede nella stessa stabile del Centro diurno di viale della Rimembranza, sarà trasferito temporaneamente nel circolo Arci, sempre a Sant’Ambrogio. L’ha annunciato l’assessore ai Servizi sociali Emily Riolfi, rispondendo ad Alberto Marconi, consigliere del gruppo d’opposizione «Sant’Ambrogio Riparte». «Ci è giunta notizia», aveva esordito Marconi, «che il circolo anziani, che per anni ha svolto le sue usuali attività nel Centro diurno, non potrà riprenderle nello stesso luogo. Pertanto chiediamo all’amministrazione se ha pensato a soluzioni alternative». L’assessore Riolfi ha premesso: «Il Centro diurno ha riaperto lo scorso 6 luglio ma i protocolli di sicurezza impongono regole che non permettono la coesistenza di altre attività». L’assessore ha inoltre risposto ad una critica all’amministrazione di «non avere fatto nulla per il circolo anziani». «Abbiamo organizzato diversi incontri ed individuato, nel circolo Arci, la disponibilità ad accogliere il centro anziani per tre pomeriggi la settimana. Nostra intenzione è quella di sottoscrivere una convenzione per fare ripartire il circolo anziani il prima possibile. Non dimentichiamo che parliamo di persone in una fascia d’età più esposta ai rischi. Non dimentichiamo che in alcuni comuni, i centri per anziani non hanno riaperto». Il consigliere Alberto Marconi ha precisato che «in altri Comuni i centri diurni sono vicini alle case di riposo e il personale talvolta è promiscuo, per questo motivo non sono stati riaperti». Pier Luigi Toffalori s’è detto favorevole al trasferimento di sede al circolo Arci: «Sarebbe un ritorno alle origini», ha rammentato l’ex sindaco, mentre il sindaco Roberto Zorzi ha concluso: «Da quando sono in amministrazione, in tutte le frazioni abbiamo istituito attività per gli anziani e per i giovani. Purtroppo il Covid ha stravolto ogni programma. Speriamo di ritornare quanto prima alla normalità». •

M.U.