CHIUDI
CHIUDI

26.06.2019

Rinasce il Parco delle Scalette grazie a volontari e parrocchia

Una zona di relax, con tante panchine e tutta ombreggiata lungo un percorso ondulato, punto di aggregazione e di riposo. Si presenta così il Parco delle Scalette, inaugurato a Breonio di Fumane, con la presenza del vescovo di Verona, Giuseppe Zenti, del il presidente della locale Pro loco, Luca Piccoli e dell’assessore comunale di Fumane Barbara Facciotti. Un’operazione, ha spiegato Piccoli davanti a un folto pubblico, resa possibile grazie all’impegno della Pro loco di Breonio e alla disponibilità della parrocchia di Breonio proprietaria dell’area che giaceva da anni in stato di degrado e abbandono. Ma anche dalla forza e dalla volontà di tanti volontari. La zona interessata si estende su una superficie di circa mille metri quadrati e sorge dietro alla chiesa parrocchiale, in via Aldo Moro. Il progetto di riordino e di recupero della nuova area verde nel cuore di Breonio è nato circa 10 anni fa e nel tempo numerosi volontari della Pro loco e abitanti del paese si sono dati da fare, anche con pochi mezzi, per tagliare l’erba ed estirpare rovi, vegetazione infestante e per tagliare e rimuovere i pini vecchi e ammalati che col tempo sono arrivati a costituire un pericolo. L’accelerazione finale è arrivata nell’autunno 2018, quando la Pro loco di Breonio, conclusa la raccolta dei fondi ritenuti necessari alla realizzazione dell’opera, ha deciso di affidarsi alle mani esperte dei giardinieri di Verdevalle di Poiano guidati dalla competenza tecnica di un esperto paesaggista, il dottor Giuseppe Magnabosco. «La Pro loco di Breonio è nata», puntualizza Piccoli, «con lo scopo di promuovere e far apprezzare ai turisti il nostro paese e il territorio che lo circonda, ma lavora intensamente anche per cercare di creare le migliori condizioni affinché le stesse persone trovino occasione per stare assieme e di impegnarsi in progetti comuni che rendano piacevole abitarci». Il Parco delle Scalette è un progetto importante anche sotto il profilo finanziario, per il quale la Pro loco si è impegnata negli ultimi quattro anni organizzando festa del ciclamino e fiera di ottobre, che hanno goduto di un notevole successo di pubblico. «Parte della spesa è stata coperta anche col contributo del 5 per mille dell’Irpef che annualmente riceviamo e grazie a una convenzione in essere col Comune di Fumane ed in base alla quale la nostra associazione riceve un contributo per la manutenzione delle aree verdi e lo sfalcio dell’erba a Breonio», conclude Piccoli. •

R.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1