CHIUDI
CHIUDI

28.09.2019

Il Comune vuol cambiare nome aggiungendo «di Valpolicella»

Il cartello di Fumane potrebbe presto cambiare con l’aggiunta «di Valpolicella» FOTO PECORA
Il cartello di Fumane potrebbe presto cambiare con l’aggiunta «di Valpolicella» FOTO PECORA

Dopo Negrar, anche il Comune di Fumane vuole aggiungere la dicitura «di Valpolicella» al suo toponimo. A spiegarne i motivi, il neo sindaco Daniele Zivelonghi: «Sarà adottata a breve la delibera di Giunta che darà il via all’iter amministrativo per il cambio del nome da “Fumane” a “Fumane di Valpolicella”. Con tale iniziativa, l’amministrazione raccoglie e fa propria l’istanza di chi vuole ripercorrere e riproporre l’aspetto culturale legato all’appartenenza alla Valpolicella del nostro capoluogo». Nell’epoca della globalizzazione, dunque, si vuole caratterizzare ancora di più la propria identità geografica. Fumane infatti vuole che venga sottolineata l’appartenenza a questo luogo, bellissimo e conosciutissimo nel mondo, la Valpolicella, e che sia contemporaneamente un modo per proiettare il paese in una dimensione più elevata e al passo con i tempi, rendendo il luogo più conoscibile, ma che non faccia dimenticare la tradizione e la cultura fortemente collegate al territorio. «Indiscussa sarà la ricaduta a livello turistico e commerciale del cambio toponomastico», dice convinto il primo cittadino Zivelonghi, «l’iter per il cambio del nome non prevede costi per il Comune, né per i cittadini. Il cambio del nome, una volta ultimato il procedimento, comparirà sui nuovi documenti e sui documenti che saranno, di volta in volta, rinnovati alla naturale scadenza. Sarà costituito un comitato di studio per la verifica dei presupposti e sarà data la massima pubblicità a tutto l’iter amministrativo. Alla conclusione dello stesso, sarà indetto un referendum (a carico della Regione Veneto) all’esito del quale sarà presa la decisione finale». •

G.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1