CHIUDI
CHIUDI

02.06.2020 Tags: Pescantina

Discarica, torcia di biogas riaccesa

La superficie della discarica di Pescantina prima dell’intervento
La superficie della discarica di Pescantina prima dell’intervento

Discarica al centro dell’attenzione nell’ultimo Consiglio comunale. L’assessore all’ambiente Angela Fioretta ha risposto a due interpellanze del consigliere ed ex sindaco Luigi Cadura sulle misure emergenziali e sulla bonifica del sito. «In data 19 maggio 2020», ha esordito Fioretta, «è stata finalmente accesa la torcia di combustione del biogas. Gli interventi emergenziali, con un investimento iniziale di un milione e 400mila euro, possono ritenersi conclusi ed hanno riguardato l’innalzamento delle sponde nord ed est, portate a quota 109 metri sul livello del mare. È stato ripristinato l’impianto elettrico e accesa della torcia del biogas. Riparata e ripulita anche la canaletta di raccolta e scolo delle acque piovane. I risparmi, pari a 100mila euro, verranno utilizzati per la gestione del sito di un ulteriore anno per presidiare l’area fino all’inizio dei lavori di bonifica definitiva dell’ex discarica di Ca’ Filissine. La decisione è stata presa di concerto con Arpav e Regione in occasione dell’incontro tecnico tenutosi in Regione Veneto nello scorso mese di gennaio». In merito poi al progetto di bonifica e messa in sicurezza della discarica, sono emerse altre novità. «È stato depositato il progetto di bonifica definitiva di Ca’ Filissine con l’aggiornamento numero 4», ha precisato l’assessore. «Il progetto, a partire dal 6 maggio scorso, è stato reso disponibile sul sito istituzionale dell’Ente nei confronti degli enti coinvolti nel procedimento di approvazione. Siamo quindi in attesa di una completa condivisione dei contenuti. A seguito della richiesta avanzata da Veneto Acque (la società della Regione che gestirà la bonifica, ndr.), il Comune ha avviato un’indagine di mercato per l’individuazione del soggetto che si occuperà di validare il progetto. Dopo l’approvazione del bilancio, verranno rese disponibili le risorse per affidare tale incarico, utilizzando i fondi a suo tempo messi a disposizione dal ministero per l’attività di progettazione. Successivamente si procederà alla convocazione della Conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto. Contemporaneamente è stata avviata la procedura di esproprio per arrivare alla disponibilità delle aree interessate dalle attività di bonifica». Sul fronte istituzionale, infine, il via libera della Corte dei Conti. Conclude l’assessore Fioretta: «L’accordo di programma concernente l’intervento di messa in sicurezza e bonifica della discarica in località Ca’ Filissine, sottoscritto il 9 dicembre 2019 tra il ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Regione Veneto e Comune di Pescantina, in data 14 gennaio 2020 è stato registrato dalla Corte dei Conti, la quale ha pertanto manifestato la sua approvazione con particolare attenzione all’aspetto economico del progetto». Conclude il sindaco Davide Quarella: «L’approvazione del bilancio ci permette di conferire l’incarico per validare il progetto. Una volta conclusa questa operazione si convocherà la Conferenza dei servizi con tutti gli Enti interessati per l’approvazione definitiva. L’ordine dei lavori prevede la barriera idraulica per trattare e abbattere i Pfas presenti in falda coi carboni attivi e poi smaltire l’acqua nel torrente Lena. Seguirà un’asportazione intensiva di percolato e nel contempo il conferimento di quei rifiuti che serviranno a dare al catino della discarica la sagoma a panettone per far defluire l’acqua all’esterno. Infine il capping di argilla per l’impermeabilizzazione del sito. Sarà un cammino che seguiremo con grandissima attenzione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie