CHIUDI
CHIUDI

30.11.2019

Concerto benefico per acquistare un’ambulanza

I soci del Lions Club Valpolicella scendono in campo ancora una volta con un obiettivo benefico: raccogliere fondi per acquistare un’ ambulanza a servizio di paesi e popolazione della Valpolicella. Oggi, nell’auditorium di Cantina Valpolicella Negrar, propongono la serata «Fisarmoniche per la nuova ambulanza», che vedrà all’opera il Complesso fisarmonicisti Città di Verona. Il concerto benefico è aperto a tutti gli amanti della musica che vogliano contribuire alla buona causa scelta per questa settima edizione. L’inizio è previsto alle 20.15. Inoltre chi desidera può partecipare, alle 19.30, alla visita guidata della cantina cooperativa. Al termine dell’esibizione dei fisarmonicisti, Cantina Valpolicella Negrar e la storica Gastronomia Caprini di Negrar offriranno in degustazione i loro prodotti. Partecipare costa 15 euro a persona e con il ricavato il Lions Club Valpolicella, presieduto dal trentottenne Federico Benvenuti, inizierà a dare concretezza all’acquisto del mezzo per il soccorso. Oggi il Club attivo in Valpolicella conta 24 soci e punta ad agire nel suo ambito territoriale con iniziative mirate. «Oltre all’impegno che ci siamo presi per la nuova ambulanza», spiega Benvenuti, «proponiamo lo screening visivo nelle scuole, partecipiamo insieme ad altre associazioni alla gestione del banco di distribuzione alimentare di Castelrotto a favore delle famiglie in difficoltà del comune di San Pietro in Cariano, collaboriamo con alcune scuole in progetti per sensibilizzare gli studenti sul tema della diversità e contro il bullismo, abbiamo organizzato raccolte fondi a favore di alcune associazioni come Insuperabili onlus e Fondazione Ant, per l’assistenza medico domiciliare ai malati di tumore». Senza contare che, come da tradizione Lions, il Club Valpolicella organizza la raccolta di occhiali usati che, una volta rigenerati, vengono donati a persone che altrimenti non potrebbero permetterselo in collaborazione con i Servizi sociali dei Comuni. I soci sostengono la Ghostbaskin Verona, una squadra di baskin, «uno sport in cui possono giocare persone con diverse disabilità insieme normodotati, puntando all’integrazione», conclude Benvenuti. Al suo fianco, come vice presidente e segretario, c’è Paolo Colombo. •

C.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1