CHIUDI
CHIUDI

21.05.2020 Tags: Fumane

Ambulante muore in uno scontro

L’incidente mortale è avvenuto sulla strada statale 240 della Maza  tra Nago e Arco FOTOSHOP PROFESSIONAL RIVA DEL GARDA
L’incidente mortale è avvenuto sulla strada statale 240 della Maza tra Nago e Arco FOTOSHOP PROFESSIONAL RIVA DEL GARDA

Alla prima apertura del mercato quindicinale di Arco dopo una sospensione durata più di due mesi a causa dell’emergenza coronavirus, Armando Ronconi non ci voleva proprio mancare. Quel mercato, in Trentino, il commerciante ambulante di Fumane, di 72 anni, lo frequentava ormai da trent’anni. Ma a quell’appuntamento tanto atteso non c’è purtroppo arrivato perché il destino lo attendeva lungo la strada statale 240 della Maza, fra Nago e Arco dove con il suo furgone si è scontrato frontalmente contro un pullman delle linee extraurbane di Trentino trasporti. Erano da poco passate le sette. Per il settantenne di Fumane non c’è stato scampo, e ieri mattina, nel posto in cui solitamente si piazzava con il suo banco di abbigliamento i colleghi, sconvolti per l’accaduto, hanno messo un grande mazzo di fiori. Nello scontro, avvenuto nei pressi dell’abitato di Bolognano, altre tre persone, l’autista del mezzo pubblico e due passeggeri, sono rimasti feriti in modo non grave. Quando i soccorritori del 118 sono arrivati sul posto, anche con l’elicottero con l’equipe medica inviato dalla Centrale unica emergenza di Trento, l’uomo era già morto, per cui non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. I tre feriti sono stati trasportati in ambulanza all’ospedale di Arco. A causa dell’incidente e per consentire le operazioni di soccorso e di rimozione dei mezzi coinvolti, la statale 240 è rimasta bloccata, e lunghe code si sono create in entrambe le direzioni, tanto che gli agenti della polizia locale hanno dovuto regolare il flusso alle rotatorie di Nago e di Arco. Sul posto sono subito intervenuti anche i vigili del fuoco volontari che hanno utilizzato le pinze idrauliche per tirar fuori il corpo ormai senza vita del conducente del furgone, e la polizia stradale di Riva del Garda che ha compiuto i rilievi utili a ricostruire la dinamica del tragico incidente. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, in quel tratto in discesa il furgone dell’ambulante avrebbe allargato la traiettoria dopo una curva invadendo così la corsia opposta. All’origine dell’inspiegabile manovra per una persona che conosceva perfettamente quella strada, potrebbe esserci stato un malore o un colpo di sonno. Sull’asfalto, infatti, non si noterebbe alcun segno di frenata per evitare l’impatto con la corriera che sopraggiungeva in quel momento. Il pullman stava viaggiando verso Nago e l’impatto tra i due mezzi è stato molto violento come testimoniano le immagini del furgone e del pullman, con le parti anteriori di entrambi i mezzi completamente distrutti. Armando Ronconi lascia due figli, uno dei quali viveva con lui in via Incisa, e la moglie da cui era separato. La salma è stata trasportata nelle celle mortuarie dell’ospedale di Arco dove, ieri pomeriggio, i familiari si sono recati per la triste pratica del riconoscimento. A Fumane era molto conosciuto poiché era solito partecipare ad incontri e iniziative amministrative e politiche. Il commercio era una vera tradizione di famiglia. Sua madre aveva gestito per molti anni lo storico negozio di merceria vicino alla chiesa del paese. Attività che Armando ha proseguito come ambulante, ben oltre l’età in cui solitamente ci si ritira per la pensione, e che lo portava nei mercati dentro e fuori provincia. Fino alle 7,10 di ieri mattina quando ormai si trovava a pochi chilometri da Arco. Ha collaboratoCamilla Madinelli

Enrico Santi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie