CHIUDI
CHIUDI

13.08.2019

Santa Viola fa il pienone cancellando le barriere

La messa con gli alpini e i disabili  ha tenuto a battesimo la Festa grande di Santa Viola
La messa con gli alpini e i disabili ha tenuto a battesimo la Festa grande di Santa Viola

Partita in pompa magna la Festa grande di Santa Viola, complice il solleone e l’afa di questi giorni. «È vero qui si sta bene, il clima è buono, ma non è solo questo», precisa Leonardo Belloni, presidente del Comitato Promozione di Azzago. Per poi aggiungere: «Abbiamo lavorato molto, ci stiamo tutti impegnando al massimo per offrire alle persone il massimo del conforto e della sicurezza, oltre ad un sano divertimento. Finora ci è andata bene e speriamo continui». Lo sguardo puntato al meteo sul Pian degli Arfui – teatro della kermesse – c’è stato tutti gli anni. La Festa di Santa Viola è iniziata sabato con la Giornata dell’Alpino e la Festa InSuperAbile, con sfilata, capeggiata dalla Banda cittadina di Grezzana, dalla chiesetta al palco della kermesse, della statua di Santa Viola, animata dal coro del vicariato. Molto apprezzata l’omelia del celebrante – il parroco di Azzago don Giuliano Tosi, delegato del vescovo – che con poche semplici parole ha spiegato che «la carità si esprime anche stando vicino alle persone, più o meno in difficoltà, quelle che ti stanno intorno o che vivono nel nostro quartiere». «Il passato è passato», ha concluso, «la carità significa portare un sorriso, una parola e la pace a tutti indistintamente». «Un binomio, quello tra gli alpini e i diversamente abili, che esprime il valore massimo della solidarietà», ha sottolineato, ringraziando tutti, l’assessore Sergio Birtele, in rappresentanza del sindaco Arturo Alberti. Ha poi proseguito il presidente del Comitato Belloni: «Il grande apporto del volontariato a sostegno delle persone più fragili è un aiuto molto importante. Inaugurare la Festa grande di Santa Viola, con questa manifestazione, è un grosso impegno, ripagato dalla grande soddisfazione di vedervi qui e dal prestigio che ci portate». Ai ringraziamenti si è associato anche Stefano Valdegamberi, consigliere della Regione - non manca mai a questo appuntamento, iniziato nel 2003 - il quale ha osservato: «Gli organizzatori mettono al centro la persona con le sue capacità, i suoi valori e le sue fragilità. Una scelta la loro encomiabile». Per l’occasione, è stato presentato anche il progetto «MusicAbile» del prossimo 31 agosto, che si terrà al Palazzetto dello Sport, a Verona, a cui parteciperà anche Riccardo Fogli, uno dei cantanti più amati del panorama musicale italiano. Il ricavato andrà a favore della Piccola Fraternità della Lessinia. A questo proposito, monsignor Ottavio Birtele, attuale parroco di Rosaro e tra i fondatori della Piccola Fraternità della Lessinia, ha commentato: «Più di trent’anni fa, abbiamo gettato un seme, che poi è diventato grande e sono contento che sia oggetto di tanta solidarietà concreta. Un segno positivo per la società». Sul prato degli Arfui, assieme ai nonni anche parecchi bambini sereni, per niente intimoriti da carrozzine od altro. L’attesa degli organizzatori della Festa Grande di Santa Viola adesso è concentrata, su giovedì 15, giorno di Ferragosto, quando sarà in programma la «Festa dei bambini», con i loro giochi. L’appuntamento inizierà alle alle 16, per poi culminare in musica in serata: alle 21.30, si esibirano gli OI&B con il loro tributo a Zucchero; e alle 23.30 spazio a «Crystal Monkey Djs in tour». •

Alessandra Scolari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1