CHIUDI
CHIUDI

11.02.2020

Rio Paraiso, un escursionista cade e si frattura le gambe

L’elisoccorso dell’ospedale di Brescia
L’elisoccorso dell’ospedale di Brescia

Ha riportato la probabile frattura di entrambe le gambe il sessantenne caduto da una marogna nei pressi dell’abitato di Casarole. Soccorso dai sanitari di un’ambulanza del 118 è stato successivamente trasportato con l’elisoccorso in codice rosso all’ospedale di Brescia verso le 12.30. Molti dal vicino paese di Breonio hanno potuto vedere l’elicottero volteggiare sopra il paese mentre era impegnato nell’atterraggio per il quale è stata richiesta una buona dose di abilità a causa del forte vento che colpiva la località in quell’ora. Si sono sentite distintamente anche le sirene dei vigili del fuoco ma sono scarne le notizie circolate sulla dinamica dell’incidente. Pare sia stato l’escursionista stesso, che era solo, a chiamare i soccorsi con il proprio cellulare, perché è rimasto cosciente ma impossibilitato a muoversi. La zona è al confine fra i comuni di Fumane e Sant’Anna d’Alfaedo, a un centinaio di metri in linea d’aria dall’antica chiesa di San Giovanni in Loffa. Casarole, con le caratteristiche case in pietra, è disabitato e molte abitazioni sono in ristrutturazione da quanti hanno scelto la località per trascorrevi i fine settimana e i mesi estivi. Pare che l’uomo, fosse impegnato nell’escursione del Sentiero Enrico Fasoli nel Rio Paraiso, un itinerario classificato e segnalato sulle carte del Cai come difficile e per esperti. Alcuni tratti sono anche attrezzati con corde fisse e gradini: è un tragitto ad anello di circa 7 chilometri e di 400 metri dislivello che poi incrocia il sentiero Cai 252 che scende in Val d’Adige fino a Peri. È in zona d’ombra tanto che il Rio Paraiso forma delle cascate ghiacciate che sono la passione per chi pratica il torrentismo con la risalita su ghiaccio dei quattro salti più spettacolari: dell’Angelo di circa 15 metri; del Serpente, doppio e di pochi metri; di Eva, il più bello, di una trentina di metri e quello più in alto, di Adamo di 25 metri. Al di là della passione per le cascate ghiacciate, il sito è frequentato tutto l’anno da chi cerca angoli incontaminati, silenzio e tracciati poco conosciuti. •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie