CHIUDI
CHIUDI

08.03.2020

Nuovi infissi per la casa di riposo

Il centro servizi Casa Sant’Anna ha  a disposizione 56 posti letto
Il centro servizi Casa Sant’Anna ha a disposizione 56 posti letto

Renzo Cappelletti Nuovi infissi termici a minor dispersione termica al Centro servizi di Casa Sant’Anna d’Alfaedo. «Questo risultato», spiega il sindaco Raffaello Campostrini, «è stato possibile grazie al contributo stabilito dal Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34». È il cosiddetto decreto crescita che ha assegnato ai Comuni con popolazione inferiore o uguale a cinquemila abitanti un contributo di 50mila euro. «Già nel 2017», prosegue il sindaco, «eravamo intervenuti come amministrazione con una somma di circa 80mila euro in occasione del rinnovo dell’autorizzazione all’esercizio da parte dell’Ulss, per riadeguare gli spazi interni della struttura secondo le nuove normative e migliorare il servizio offerto agli anziani. In quell’occasione erano state recuperate anche superfici inutilizzate, trasformandole in zone di attività e di supporto ai servizi. Con questo intervento appena concluso si è andati a migliorare l’efficienza energetica dell’unità immobiliare attraverso la sostituzione degli infissi con altri in Pvc a minor dispersione termica, riducendo così i consumi e offrendo un miglior comfort ai pazienti ospitati. La sostituzione degli infissi ha interessato il piano terra e il primo piano della casa, dove si trovano gli spazi comuni degli anziani e le loro camere. Da tempo si era presentata la necessità di intervenire, perché alcuni infissi avevano bisogno di manutenzione, alcuni non proteggevano più adeguatamente in caso di intemperie, inoltre i vecchi infissi non avevano la possibilità dell’apertura a ribalta come quelli nuovi che garantisce un migliore ricambio d’aria in tutte le stanze». La spesa totale sostenuta è stata di quasi 60mila euro e ha permesso la sostituzione di 22 portefinestre e di altre 51 finestre normali. Ora l’amministrazione si sta impegnando per accantonare le risorse per la sistemazione di alcune delle facciate esterne che hanno bisogno di manutenzione e nuovo colore, oltre che alla sistemazione del giardino e dei camminamenti sul retro. La casa di riposo è stata realizzata nel capoluogo alla fine degli anni Ottanta dall’amministrazione di Sant'Anna d'Alfaedo guidata dall’allora sindaco Cherubino Cona. Oggi la casa porta il nome di Centro servizi Casa Sant'Anna, e dal 1993 è gestita dalla Fondazione O.A.S.I. in rapporto di convenzione, offrendo ospitalità residenziale e diurna a persone auto e non autosufficienti con una disponibilità di 56 posti letto autorizzati, in regime di convenzione con la regione del Veneto. Casa Sant’Anna offre anche altre tipologie di servizi fondamentali per il territorio come la possibilità dei prelievi del sangue per le analisi e i pasti a domicilio. La struttura è disposta su quattro piani: nel piano seminterrato sono ubicati i servizi; al piano terra sono disposte le sale di soggiorno, la zona pranzo, le camere, la direzione e l’infermeria; nel piano primo: soggiorno, camere con servizi e deposito. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie