Il video

Lessinia, le «ciòche» annunciano la transumanza

Il video
Si rinnova la tradizione della transumanza

Il coronavirus non ferma “cargar montagna”: portare gli animali in montagna, com’è chiamata in Lessina la transumanza.

Il trasferimento del bestiame dalle stalle di soggiorno invernale ai pascoli estivi, ha sempre il suo fascino e richiama l’attenzione di molti curiosi. Evento che si è ripetuto alcuni giorni fa a Sant’Anna d’Alfaedo, quando una mandria, proveniente dalla frazione di Cerna, ha attraversato il centro del paese per trasferirsi alla malga Volpina in alta Lessinia.

Un transito di animali rumoroso e caratterizzato dal classico suono delle “ciòche”, enormi campanelle messe al collo degli animali. Nel video realizzato dal giovane Pietro Marconi, la testimonianza di questa antica tradizione. Lui stesso interessato, perché figlio di Giorgio, il proprietario del bestiame, impegnati per far arrivare a destinazione 43 mucche e 31 vitelli.

Renzo Cappelletti