CHIUDI
CHIUDI

16.09.2019

Incornata da una mucca mentre percorre il sentiero

La signora ferita dalle cornate della mucca viene trasportata verso l’elicottero del 118L’elicottero decolla verso l’ospedale, sullo sfondo mucche al pascolo
La signora ferita dalle cornate della mucca viene trasportata verso l’elicottero del 118L’elicottero decolla verso l’ospedale, sullo sfondo mucche al pascolo

Una giornata fuori porta, a malga Podestaria, in Lessinia, per prendersi un poco di fresco in questo scampolo d’estate che segna ancora trenta gradi al sole. Ma la passeggiata di una settantenne residente in Valdonega è finita in ospedale. La donna è stata ferita a cornate da una mucca che probabilmente ha creduto che il suo vitellino fosse in pericolo quando la donna si è avvicinata al luogo dove stavano pascolando. Le persone che erano con lei hanno subito allertato il 118 che ha inviato un elicottero sul posto. La ferita è stata portata in codice giallo al polo Confortini, non è in pericolo di vita. Ma si è rotta un braccio e dovrà essere operata. «Non ho neanche fatto in tempo a capire che cosa stesse succedendo», dice V.R., settantenne residente in Valdonega, «ero in passeggiata con una mia amica e stavamo camminando sul sentiero quando la mucca mi ha caricato. Con la prima incornata sono caduta a terra e ho sentito un fortissimo dolore al braccio. Tanto era il male che non riuscivo a muovermi e poi la mucca mi ha piantato le corna in una coscia e a quel punto sono svenuta». La signora, per fortuna non perduto il buon umore. Risponde al cellulare dal lettino del pronto soccorso. «Domani leggerò sull’Arena: “Settantenne incornata in Lessinia?“. D’altra parte è quello che è accaduto. Ma io non mi sono avvicinata alla mucca, nè al suo vitellino, come ho sentito dire da qualcuno. Io stavo andando per la mia strada. Adesso sono qui che aspetto di finire tutti gli accertamenti poi mi ricoverano in vista dell’intervento al braccio». E sul fatto di aver provato paura: «Guardi, non ho nemmeno fatto a tempo ad accorgermene, di conseguenza sulla paura è prevalso il dolore fortissimo. Debbo ringraziare i soccorritori. Sono stati bravissimi e mi hanno assistito con grande professionalità. È andata bene, sono stata circondata subito da persone che mi hanno aiutato. Certo, l’avventura è piuttosto bizzarra». A malga Podestaria ieri c’era tantissima gente, il fatto è avvenuto a qualche centinaio di metri dal rifugio. E c’è chi ha postato foto e video dell’elicottero che arrivava in mezzo ai pascoli. Anche chi era pronto per pranzare al rifugio s’è accorto di quello che stava accadendo, ma sentito dell’«incornata» è stato alla larga dalle tante mucche. •

Alessandra Vaccari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1