CHIUDI
CHIUDI

06.07.2019

Al Film Festival della Lessinia l’alto patrocinio dell’Europa

Il Parlamento europeo ha riconosciuto il suo alto patrocinio al Film Festival della Lessinia, che quest’anno taglia il traguardo della sua venticinquesima edizione. La comunicazione è appena arrivata, ma era stata firmata nei giorni scorsi dal presidente Antonio Tajani, oggi sostituito da Davide Sassoli. «Il Parlamento europeo apprezza molto gli obiettivi del Festival, ovvero rappresentare, valorizzare e favorire la conoscenza delle realtà sociali, linguistiche, umane, economiche, ambientali, naturalistiche, storiche e artistiche della montagna», ha scritto Tajani nella lettera indirizzata alla segreteria della rassegna, «e la nostra istituzione ritiene che il cinema, in quanto mezzo culturale di massa, sia una piattaforma ideale per stimolare il dibattito e la riflessione sull’Europa e sul futuro». Lo stesso Parlamento europeo assegna da anni il premio cinematografico Lux per sensibilizzare il pubblico su temi sociali e politici attuali, con l’intento di incrementare una forte identità europea e questo è stato un passo significativo per il Parlamento per prendere in considerazione la possibilità del proprio patrocinio al Film Festival della Lessinia. «Infatti, illustrando la diversità delle tradizione europee e accendendo i riflettori sul processo di integrazione, i film in concorso contribuiscono a celebrare la portata universale dei valori europei», prosegue Tajani, concludendo che «il Parlamento è anche consapevole del fatto che le arti visive e il cinema sono tra gli strumenti migliori per raggiungere e coinvolgere i giovani, uno dei principali gruppi a cui si rivolgono le istituzioni europee». Soddisfazione per questo nuovo ed ennesimo riconoscimento del lavoro svolto in questi cinque lustri di attività la esprime il direttore artistico della manifestazione Alessandro Anderloni: «È un ulteriore riconoscimento nel percorso di apertura internazionale di un Festival che da sempre si sente parte e crede nell’Europa dei popoli, delle lingue e delle culture. In venticinque anni non c’è una zona di montagna europea che il Festival non abbia raccontato attraverso una fitta rete di scambi e collaborazioni con altri Festival europei, invitando ospiti da quasi tutti i Paesi dell’Unione. Una prospettiva che oggi si rafforza e traccia il cammino per i prossimi venticinque anni». Il Film Festival della Lessinia si svolgerà a Bosco Chiesanuova dal 23 agosto al 1° settembre, con 10 giorni di proiezioni al Teatro Vittoria, incontri con i registi, presentazioni editoriali, mostre tematiche, escursioni guidate. L’edizione del giubileo, per i 25 anni della manifestazione, sarà presentata a Roma, il 18 luglio, alla Casa del Cinema per la prima volta e poi il primo agosto all’Università di Verona, come consuetudine da alcuni anni, perché l’ateneo veronese partecipa attivamente al programma degli eventi, sostenuti anche da Cassa Rurale Vallagarina, Gruppo Fimauto Bmw, Cantine Bertani, Comune di Bosco Chiesanuova, Comunità montana e Parco della Lessinia, ministero per i Beni e le attività culturali, Regione Veneto, Fondazione Cariverona e Consorzio Bim Adige. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1