Iniziate le vaccinazioni a Bussolengo

Vaccini Covid a Bussolengo e Legnago. Proteste dei medici di base sulle modalità

.
Bussolengo, vaccinazioni anti-Covid (Pecora)

Pazienti fragili, che soffrono di varie patologie, hanno cure in corso o devono fare i conti con allergie. Ce ne sono molti, avvisano i medici di famiglia, tra gli ottantenni a cui è arrivata dall’Ulss 9 la lettera invito per vaccinarsi contro il Sars-Cov2. Ma a nessun medico di base, che in media ne ha in cura 120, è arrivata dai vertici sanitari qualche informazione sul tipo di vaccino che viene somministrato, sulle controindicazioni ed eventuali effetti collaterali. Come nemmeno sulla gestione degli ottantenni che da casa non possono muoversi. I pazienti però li chiamano, chiedono e, non di rado, pretendono risposte.

 

Di qui la lettera di protesta inviata alla sezione veronese della Fimmg, la Federazione italiana dei medici di medicina generale, dai 14 dottori che compongono il team di San Pietro in Cariano, in Valpolicella. Il segretario provinciale della Fimmg, Guglielmo Frapporti, non ha dubbi: «È sconcertante che ci si avvii a una campagna di vaccinazione straordinaria per numero di persone, complessità organizzativa e insidiosità del contagio da varianti, senza neppure avvertire i medici di famiglia».

 

Code per le vaccinazioni a Legnago (Diennefoto)"

 

Intanto questa mattina è iniziata la vaccinazione degli ultraottantenni anche a Bussolengo, al Cvp all'ex bocciodromo, così come sono proseguite a Legnago.

 

Dr. Frapporti su medici di base-vaccini

 

Camilla Madinelli