Pescantina

Test per rischio genetico di sviluppare Covid grave: partnership tra Genartis e Aquardens

Partnership tra Aquardens e Genartis (Madinelli)

Si chiama Gentest Covid-19 Risk il test che consente, unico al mondo, di verificare tramite un prelievo di saliva l'eventuale presenza di varianti genetiche legate allo svilupparsi di una forma grave di Covid-19. Lo ha ideato e sviluppato Genartis, spin-off composta da un team di professionisti proveniente dal Laboratorio di Genomica funzionale del Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona.

 

Questo test innovativo è ora disponibile al Centro medico specialistico del parco termale Aquardens di Pescantina (a pagamento, 99 euro), tra i primi centri privati in Italia a distribuirlo grazie a una partnership commerciale con gli esperti di Genartis. La novità è stata presentata stamattina dal direttore sanitario del Medical Centre di Aquardens, Giuliano Corradini, e dal Ceo di Genartis Marzia Rossato. Per il parco termale in Valpolicella erano presenti anche l'amministratore delegato Flavio Zuliani, la general manager Federica Reani e il presidente Adriano Baso.

 

Per Aquardens si tratta dell'ennesima iniziativa, dopo l'attivazione di tamponi molecolari e rapidi per scovare il virus Sars-Cov2 e accordi siglati anche con ospedali del territorio, «a supporto della prevenzione e in aiuto alla medicina territoriale, ambiti in cui vogliamo dare il nostro contributo». Per Rossato di Genartis, «la partnership commerciale con Aquardens rappresenta un'opportunità per diffondere il nostro test in modo capillare, nell'area veronese».

Camilla Madinelli