Servizio di asilo nido Trent’anni di attività per bimbi e mamme

Spegne 30 candeline, l’asilo nido comunale «Il Germoglio», aperto nel 1992 e da allora sempre in funzione. Per celebrare l’anniversario, due appuntamenti: domani, alle 20.30, al teatro parrocchiale di Santa Maria Maggiore, conferenza del professor Daniele Novara su «Cosa sapere sullo sviluppo delle autonomie dei bambini». Sabato 21, alle 10, nel giardino del nido «Festa per i 30 anni del nido», spettacolo teatrale a cura dell’associazione «Mereketenghe», con saluti delle autorità e taglio della torta. Novara, pedagogista, scrittore e accademico, è tra i più noti pedagoghi italiani e autore di molti testi. Ha fondato e dirige il CPP (Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti) ed è ideatore del metodo maieutico nell’apprendimento e relazione d’aiuto. Nel gruppo di lavoro del nido vi sono Paola Sardoni, le maestre Elena Boccagni, Elisabetta Barsotti, Elena Scantamburlo, Maria Grazia Bellotti, Elisabetta Marini. «Aprire il nido comunale», sottolinea Marcellino Bonizzato, all’epoca assessore nella giunta Zenorini, «fu una vera sfida vinta contro la mentalità del tempo. Forse allora era all’avanguardia avere un servizio educativo nei primissimi anni di vita del bambino e un aiuto alle madri lavoratrici». «È un viaggio», dice l’assessore alla Pubblica istruzione Valeria Iaquinta, «iniziato nel ’92 con alcune persone da ricordare: le educatrici Elena Boccagni, Paola Bottura, Milena Mazzi, Giordano Alboini, allora all’Ufficio Scuola, Elisabetta Barsotti, Paola Lindeg, l’ex assessore Marcellino Bonizzato, Lucia Trevisan dei Servizi Educativi di Verona, Anna Corsi e Marisa Fiorini, coordinamento servizi educativi Verona, Cristina Cerpelloni, Marina Bonani allora coordinatrice del nido di Pescantina».•. L.C.