CHIUDI
CHIUDI

22.05.2019

Settant’anni tra barbe e capelli Speri ha acconciato tutto il paese

Una professione che è anche una vita spesa fra rasoio e forbici e che continua così a 87 anni suonati quella di Lorenzo Speri, ultimo e unico barbiere di San Martino Buon Albergo, con negozio in via Piave, ancora in attività da 72 anni. Nato a Barco di Sopra, nel Comune di Lavagno, ha cominciato a tagliare capelli e a radere barbe a 12 anni, nel 1944, quando la sua barba era ancora di là da venire. Figlio di contadini non è mai stato attratto dal lavoro in campagna e la sua vocazione è sempre stata quella di mettere le mani sulle teste altrui. Tanto che, dopo la prima esperienza in una bottega in paese, si è trasferito a San Martino da Fernando Composta, un barbiere dal quale ha affinato il mestiere. Poi la sosta per il servizio militare e finalmente il suo primo negozio in via Ponte, nel centro sanmartinese, proprio nei locali dove oggi c’è la rinomata pizzeria Saporè. Aveva il negozio con la vetrina affacciata sulla strada e l'abitazione al piano di sopra dove la moglie Licia sbrigava le faccende domestiche e poi scendeva in bottega a fargli compagnia. Ed è una vita che trascorre così, anche dopo la nascita del loro figlio Giorgio e dopo il trasferimento in via Piave, nel settembre del 1971: sono passati 61 anni e ancora si fanno compagnia tra un taglio e l’altro, fra una barba e l’altra. «Non ho mai preso in mano le forbici per tagliare i capelli, ma resto in negozio, mi occupo delle pulizie, intrattengo i clienti e faccio compagnia a Lorenzo», rivela Licia. Da Speri sono passate le teste praticamente dell’intero paese. «Anche don Bepo», confida Speri citando familiarmente, ma con riverenza, il vescovo di Verona, monsignor Giuseppe Zenti. E, ancora oggi, è cliente affezionato il sindaco Franco De Santi. Ma il barbiere di via Piave ci tiene a precisare che «il rapporto è buono con tutti quelli che entrano dalla mia porta». In tanti anni le mode sono cambiate e Lorenzo si è adeguato a gusti ed esigenze del momento: «Ovvio che seguo le indicazioni del cliente, anche se a volte mi permetto di suggerire il taglio che vedrei meglio io per la sua capigliatura, ma alla fine lascio sempre l’ultima parola al cliente», confessa. È un barbiere e quindi i tagli sono rigorosamente maschili. «Comunque», rimarca, «entra anche qualche donna a chiedere un taglio da uomo e l’ho sempre accontentata». Una capatina l’ha fatta anche un cliente d’eccezione come Ronn Moss, da tutti conosciuto per aver interpretato per 25 anni il ruolo di Ridge Forrester nella soap opera Beautiful. Ma questo è stato un regalo del nipote Matteo, che lavora nel campo del turismo e ha avuto la fortuna di ricevere la prenotazione dell’attore e di sua moglie: «Abbiamo fatto amicizia nei giorni in cui si è fermato a Verona e visto che i nonni non si perdono una puntata, ho pensato di fare loro una sorpresa, portando Ridge a pranzo a casa». Nonna non ha saputo dire altro che «il mio Ridge, il mio Ridge» per cinque minuti, avviando poi una conversazione spassosissima in dialetto con lui», racconta Matteo, unico cliente del nonno che non accetta compromessi sui tagli. «Vorrebbe sempre impormi la sua idea, ma i capelli sono i miei e decido io come li voglio», afferma. Nonno Lorenzo sorride sornione con le forbici fra le dita e alla domanda se mai lascerà i ferri per la meritata pensione non ha dubbi: «Sono i vecchi che vanno in pensione. Finché sto qui dentro mi sento ancora vivo». •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019