CHIUDI
CHIUDI

16.04.2019

Presto i paletti contro la sosta selvaggia

Parcheggio selvaggio sui marciapiedi FOTO AMATO
Parcheggio selvaggio sui marciapiedi FOTO AMATO

Basta parcheggio selvaggio delle auto sui marciapiedi del centro di San Martino Buon Albergo. L’assessore ai lavori pubblici, viabilità e sicurezza, Davide Brusco, annuncia che verranno posizionati paletti a filo marciapiede per costringere gli automobilisti a non occupare l’area calpestabile. È un malcostume che crea disagio fra i pedoni, ma è soprattutto pericoloso perché li costringe a scendere dal marciapiede e camminare sulla trafficata via Ponte, che altro non è che la regionale 11, in particolare con passeggini e bambini. «Questo lo abbiamo deciso per la sicurezza dei pedoni, ma abbiamo anche tenuto presenti le esigenze degli esercizi commerciali, perciò lavoriamo sulla segnaletica orizzontale per creare nuovi stalli parcheggio e avviare la sosta a disco orario con agevolazioni o gratuita per i primi 15-30 minuti e poi a pagamento. Così evitiamo di penalizzare i titolari degli esercizi commerciali e i loro clienti e impediamo soste prolungate, anche tutto il giorno», spiega Brusco: orari e tariffe sono ancora da definire. Un intervento analogo per la sosta a pagamento ci sarà anche nel parcheggio accanto al centro polivalente della parrocchia, anche lì per evitare soste prolungate e favorire la movimentazione a beneficio degli esercenti del centro. L’opera era stata eseguita nel 2011, inaugurata dall’allora sindaco Valerio Avesani e dal vescovo Giuseppe Zenti. Aveva permesso di intervenire sull’area conosciuta come «campetto dei preti» riqualificandola con una piastra polivalente, un tratto di pista ciclabile e uno spazio giochi, e ricavando un parcheggio per 25 auto e un’area pavimentata per le attività di parrocchia e scout. Già allora, pur lasciati gratuiti fino ad oggi, gli stalli erano stati delineati con la riga blu, con la previsione di renderli a pagamento con l’avvio del nuovo parcheggio nei pressi della stazione. L’area parcheggio, di proprietà della parrocchia, era stata ceduta in comodato al Comune per 20 anni, che così aveva potuto eseguire i lavori. L’incasso dal parchimetro servirà anche a compensare i costi dell’intervento, come aveva precisato l’assessore ai lavori pubblici e oggi sindaco Franco De Santi, sottolineando che l’area era strategica per le attività commerciali del centro. Con i nuovi stalli saranno posizionate anche le colonnine per il pagamento, a cui si potrà accedere anche con un’app. •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1