CHIUDI
CHIUDI

07.08.2019

Nessuna segnalazione: si rischia il frontale

In retromarcia per riposizionarsi nella giusta direzioneVia libera, finalmente
In retromarcia per riposizionarsi nella giusta direzioneVia libera, finalmente

Non è una bella sensazione vedersi arrivare un’auto contromano e non avere la possibilità di scartare di lato per colpa di un cordolo che divide le due carreggiate. È successo più volte, per tutta la mattinata, ieri a San Martino Buon Albergo, in Borgo della Vittoria, dove una ditta che ha in appalto la manutenzione della segnaletica orizzontale nel Comune stava ritinteggiando le strisce pedonali. Il cantiere era tra via Asiago e via Rigoni Stern dov’era stato allestito un transito alternato a senso unico per permettere al colore bianco fresco delle strisce di poter asciugare senza che ci transitassero sopra le automobili. Un intervento di routine, di quelli che se ne vedono in continuazione nei nostri Comuni; la particolarità e la pericolosità di quello di San Martino Buon Albergo, sta nel fatto che il cantiere era completamente sprovvisto di segnaletica adeguata (cartelli stradali di senso alternato e senso unico), ma soprattutto abbandonato a se stesso, senza che alcun operaio regolasse la viabilità con una paletta verde e rossa. Il risultato è stato che in continuazione, ieri mattina, automobili provenienti da entrambi i sensi di marcia venivano a trovarsi contromano rischiando un frontale. Solamente per una questione di fortuna non ci è scappato un incidente che, nel caso di un frontale, avrebbe potuto avere conseguenze gravi: pensiamo anche soltanto al fatto di un impatto auto-moto o bicicletta. In municipio cadono dalle nuvole, l’assessore alla viabilità, Davide Brusco è totalmente all’oscuro della situazione pericolosa del cantiere in Borgo della Vittoria: «Non capisco come possa essere successa una cosa del genere», ammette l’assessore, «non segnalare il traffico alternato a senso unico e non mettere un addetto alla regolazione del traffico è una cosa grave. Ora mi informo immediatamente dalla ditta che ha in appalto i lavori, la ringrazio della segnalazione». •

Alberto Tonello
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1