CHIUDI
CHIUDI

06.01.2020

I Nas alla Casa di riposo Tutto in perfetto ordine

L’ultimo giorno dell’anno, si sono presentati i Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) dei carabinieri per una visita di controllo ordinaria al Centro servizi di San Martino Buon Albergo, la Residenza San Giuseppe, casa di riposo di via Radisi. Hanno trovato tutto in perfetto ordine e sottolineato nel verbale la cura dei luoghi e delle persone ospitate. I militari verificano tutto, dai servizi alla cucina, dagli standard di assistenza agli impianti, senza dare nulla per scontato o tralasciare ispezioni o controlli. «Non solo il verbale è privo di prescrizioni o rilievi, ma sottolinea la cura delle persone e il servizio prestato. Per questo mi sento di dare un plauso al gruppo di lavoro che compie ogni giorno con precisione e passione il proprio dovere», è il commento dell’avvocato Tomas Chiaramonte, direttore dell’ente. Del risultato della visita ispettiva è soddisfatto anche il nuovo presidente don Francesco Grazian: «Al mio arrivo, qualche mese fa, l’impressione del centro servizi è stata ottima fin da subito, e i Nas confermano che la struttura di San Martino offre servizi di prim’ordine in piena sintonia con la normativa e le migliori prassi di cura». La Residenza San Giuseppe che ospita 75 anziani in 35 stanze e ha 67 collaboratori che garantiscono cura a assistenza sette giorni su sette, sarà tra le prime strutture del Veronese a presentare quest’anno il bilancio etico sociale redatto in collaborazione con il Dipartimento di Economia aziendale dell’università di Verona, grazie alla convenzione con Adoa (Associazione diocesana delle opere assistenziali di Verona) a cui aderisce. Sarà impegno di quest’anno anche il rinnovo degli ambienti per offrire agli ospiti spazi sempre migliori e servizi riabilitativi sempre più efficaci, anche questo in collaborazione con l’ateneo scaligero e Adoa.

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie