CHIUDI
CHIUDI

07.06.2019

Donazione, dubbi e domande trovano le risposte

L’Avis comunale di San Martino Buon Albergo apre l’anno delle celebrazioni per il suo 50° di fondazione con una sera dedicata alla donazione di sangue. Oggi, alle 20.30, nel teatro sotto la chiesa di Cristo Re, dopo i saluti del presidente Vittorio Giramma, interverranno il dottor Clemente Corvo, ci saranno testimonianze di avisini e di Luca Migliorini che parlerà della donazione di midollo. Si chiuderà con un piccolo buffet, «ma lo scopo della serata, in particolar modo rivolta ai giovani, è far conoscere il dono del sangue e dialogare con un medico per chiarire dubbi e incertezze», sottolinea il presidente. Sono 270 i soci effettivi donatori della sezione e obiettivo Avis è allargare sempre più la partecipazione per assicurare sangue a tutte le persone che devono essere sottoposte a trasfusioni. Per coinvolgere ancora di più i giovani, la sezione ha organizzato per domenica 9, al Parco Young di Borgo della Vittoria, un torneo di pallavolo con inizio alle 9; alle 16 le premiazioni delle squadre. Intanto si prepara anche la festa dei 50 anni, il 15 settembre, con la celebrazione della messa, riconoscimenti ai soci che hanno raggiunto importanti numeri di donazioni e ai fondatori della sezione. Intanto, per diffondere il messaggio del dono, in centro a San Martino la gelateria Fior di latte ha inventato il nuovo gelato Avis, omaggio dei titolari e del sodalizio ai donatori e a chi vorrà diventarlo. «È realizzato con una base di formaggio Filadelfia, liscio e senza grumi, variegato con crema di fragole, leggermente dolce», spiega Umberto Speranza, titolare con la moglie Letizia della gelateria artigianale. La passione di Umberto Speranza è una tradizione di famiglia: il papà era lontano parente di Teofilo Sanson e lavorava nell’azienda dell’industriale del freddo. Dal 1997 è gelataio lui stesso e si assicura che nei suoi figli cresca l’identica passione: «Credo che i miei gelati siano così buoni perché li mangiano anche i miei figli». L’idea di un dolce per l’associazione era partita dal presidente Avis Vittorio Giramma che, ispirandosi a quanto realizzato da un gruppo toscano, aveva proposto lo scorso anno agli artigiani gelatai Umberto e Letizia la realizzazione di un gelato denominato Avis. •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1