CHIUDI
CHIUDI

21.05.2019

Bancomat esploso, soldi dimenticati

I banditi sono scappati nel giro di 180 secondi dallo scoppio del bancomat tanto è bastato ai militari dell’Arma per arrivare alla filiale della banca. Una volta esplosa la «cassa continua» dell’istituto, è scattato l’allarme nella caserma dei carabinieri e i militari si sono precipitati in viale del Lavoro a San Martino Buon Albergo. I banditi se ne sono resi subito conto e sono scappati, «dimenticando», però, diecimila euro nello sportello appena forzato forse con una mazza di ferro. Stanno indagando i carabinieri di San Martino Buon Albergo per venire a capo dell’ennesimo assalto ad uno sportello bancomat nella nostra provincia. Il furto è avvenuto ieri notte verso le due nella filiale della Banca popolare di Verona in via del Lavoro nel paese dell’est veronese. Non si conosce ancora l’ammontare del bottino in quanto i dipendenti della filiale stavano svolgendo i conteggi per definire il «prelievo» dei malviventi la notte scorsa. Si ipotizza, comunque, che i soldi a disposizione non fossero molti in quanto la «cassa» viene rifornita il venerdì per tutto il week end e ieri notte, non erano certo rimaste quantità ingenti di danaro. Ultimamente, poi, gli istituti di credito mantengono ridotto l’ammontare dei soldi nel bancomat durante i fine settimana, proprio per scoraggiare i malviventi a far saltare in aria gli sportelli delle loro filiali. Le indagini sono ora a tutto campo per risalire all’identità dei malviventi. Non emergono molti particolari sull’indagine in corso. Ieri non è stato reso noto nè il numero dei banditi presenti sul piazzale antistante alla banca prima dello scoppio nè il tipo di auto con la quale sono fuggiti. Si è trattata, comunque, di una fuga con tempi molto più rapidi di quanto avevano previsto i banditi in quanto la pattuglia dell’Arma di San Martino è arrivato a tre minuti da quando è scattato l’allarme della banca. Ai banditi, quindi, non è rimasto che fuggire lasciando nello sportello della banca, appena forzato la cassetta con diecimila euro, caduta sul pavimento. Il tremendo scoppio, infatti, aveva sventrato l’ingresso della banca e, allo stesso tempo, aveva fatto cadere i contenitori delle banconote, suddivise in taglio sul fondo del bancomat. I militari hanno visionato i filmati delle telecamere della stessa banca oltre a quelle vicine per individuare i malviventi. Sull’esito anche di questi accertamenti, però, non trapela nulla. Non ci sono molti dubbi, invece, sull’utilizzo da parte dei malviventi della polvere pirica per sventrare l’ingresso della banca: ieri mattina, ad alcune ore dall’assalto, si sentiva ancora un forte odore di piombo. Solo dopo aver varcato l’ingresso della filiale, i banditi hanno forzato la cassa dei bancomat presumibilmente con un piede di porco o con un paletto di ferro, approdando così ai contenitori contenenti le banconote. Non hanno fatto in tempo, comunque, a raccogliere tutti i soldi presenti nel bancomat e sono fuggiti pochi attimi prima dell’arrivo dei carabinieri. Ieri la filiale è rimasta chiuso anche perché era stato proclamato lo sciopero dei dipendenti come riferisce l’ufficio stampa della Popolare. Oggi, invece, il servizio nella filiale di viale del Lavoro riprenderà regolarmente. •

G.CH.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019