CHIUDI
CHIUDI

18.02.2020

Una borraccia per duemila studenti

Stop alle bottigliette di plastica: a San Giovanni Lupatoto ci sono le borracce
Stop alle bottigliette di plastica: a San Giovanni Lupatoto ci sono le borracce

Renzo Gastaldo Continua la lunga marcia per il rispetto dell’ambiente dell’amministrazione comunale, che parte dalla riduzione dell’uso di plastica. Di recente il Comune ha donato una borraccia a ognuno dei circa duemila scolari delle scuole elementari e medie. Il contenitore ha una capacità di 400 millilitri, è in alluminio e reca la scritta «Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi di San Giovanni Lupatoto». Il medesimo contenitore «no plastica» è stato dato ai componenti del consiglio comunale e agli assessori. L’iniziativa, rivolta alle scuole, prende avvio dalla volontà di sensibilizzare i minori alla riduzione della plastica usa e getta per preferire materiali eco sostenibili o di lunga durata. «Essa deriva da un’attenta analisi condivisa con le Direzioni scolastiche nel corso degli ultimi anni di programmazione didattica verso la tutela dell’ambiente, favorendo precisi progetti di sostenibilità che puntano a ridurre l’uso della plastica», spiega l’assessore comunale all’istruzione Debora Lerin. «Gli stessi distributori automatici di bevande e merende presenti nelle scuole saranno sostituiti e la linea di indirizzo intrapreso è quello di riuscire ad integrare anche alcuni distributori di acqua o fontanelle dalle quali poterla attingere. Il percorso «ecologista» per le scuole lupatotine è partito all’inizio del corrente anno scolastico con la mobilitazione ambientale dell’8 ottobre scorso che ha visto coinvolti oltre 570 alunni lupatotini per ripulire parchi, zone limitrofi alle scuole e alcuni tratti del percorso ciclabile delle Risorgive. Al progetto hanno preso parte le scuole di tutti gli otto comuni il cui territorio è interessato dalla ciclabile. «Sono sempre più numerose le iniziative proposte a favore dell’ambiente e la consegna delle borracce è un segno di appartenenza e di coesione con le Direzioni scolastiche», continua l’assessore Lerin. «Lo sviluppo di tale programmazione è frutto anche della collaborazione del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi che, già nel primo loro mandato, hanno dimostrato la volontà di dare corso a una iniziativa finalizzata a migliorare l’impatto ambientale attraverso piccole azioni sostenibili. La loro presenza è determinante al fine di diffondere il valore della partecipazione attiva dei ragazzi. Si tratta nella sostanza di una rete che unisce amministrazione, scuole e famiglie». Le borracce sono state consegnate dall’assessore Lerin con le dirigenti scolastiche Erica Baldelli per l’istituto Comprensivo 2 e Chiara Tacconi per l’Istituto Comprensivo 1, insieme ai componenti del Consiglio dei ragazzi eletti in ogni plesso scolastico. Le borracce verranno consegnate anche a tutti gli insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Un’altra tappa della marcia antiplastica, attualmente in corso di elaborazione, vedrà le scuole lupatotine impegnate a sostituire i distributori di the e bevande con erogatori di acqua collegati alla rete idrica pubblica. Niente più the e caffelatte a lezione, ma acqua comune. La svolta ecologista, non più tardi di un mese fa, aveva visto coinvolto anche il consiglio comunale con la decisione unanime di bandire i bicchieri di plastica dai tavoli del consiglio comunale e dai distributori automatici della sede municipale. La decisione era sta adottata su proposta del consigliere di minoranza Francesco De Togni. Nella sala consigliare già da qualche anno era stato disposto di mettere a disposizione dei consiglieri acqua «del sindaco» in caraffa in vetro in luogo di quella contenuta nelle bottigliette di plastica. Ora non più. Anche i componenti del consiglio comunale e della giunta si sono visti assegnata la loro borraccia in alluminio, che, se vogliono bere nel corso delle riunioni, dovranno portarsi al seguito. Salvo che non «sopravvivano» le caraffe, più pratiche e altrettanto «plastic free». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie