CHIUDI
CHIUDI

14.04.2019

Taglio di 77 pioppi diventati «pericolosi»

Il filare di pioppi di circa 20 anni in via della Pace a Raldon
Il filare di pioppi di circa 20 anni in via della Pace a Raldon

Ben 77 pioppi, a lato di via Pace, stanno per essere abbattuti per garantire l’incolumità delle persone, questo il motivo della scelta del Comune. Per consentire lo svolgimento dei lavori su alberi che sono alti oltre 10 metri, la Polizia municipale ha disposto fino a venerdì 19 lo stop al traffico sulla via, che è la circonvallazione della frazione di Raldon. Un’ordinanza infatti instaura «il divieto di transito veicolare e pedonale in via della Pace, nel tratto dalla rotatoria all’intersezione con via della Vittoria fino all’intersezione con via Diaz, da domani al 19 aprile, per consentire i lavori di abbattimento delle alberature che costeggiano la carreggiata». Il blocco del passaggio su via della Pace determina la necessità di fare alcune deviazioni. Le auto dovranno percorrere le strade centrali di Raldon. Per gli autocarri, nei cinque giorni di stop, sarà imposto l’obbligo, se provenienti da via Scaiole, di svoltare a destra in via Sandri per poi immettersi in via Fossa Fresca da dove poi proseguire sul loro percorso. I camion provenienti da San Giovanni Lupatoto e diretti in via Scaiole (direzione Buttapietra) dovranno passare dal centro abitato, lungo via della Vittoria fino all’intersezione con via Scaiole o, oltre, con via San Giovanni Bosco da dove, svoltando a destra, si immetteranno di nuovo in via Scaiole o in via Sandri per riprendere la direzione di marcia. Sarà invece consentito il transito per i residenti, per accedere alle abitazioni. La decisione di tagliare le 77 piante fu assunta a fine febbraio dalla giunta comunale, approvando un progetto, del costo di circa 50mila euro, per salvaguardare la pubblica incolumità. Tagliati i pioppi, saranno immediatamente messe a dimora altrettante piante. Molti residenti che utilizzano il percorso ciclopedonale di via Pace si erano a più riprese lamentati delle pericolose irregolarità e gibbosità del fondo stradale. Si decise perciò di abbattere i pioppi, le cui radici avevano reso sconnessa la strada. La decisione suscitò molti interrogativi tra i cittadini che si chiesero se non vi fossero soluzioni alternative all’abbattimento di 77 piante in salute. Il presidente della Consulta comunale per l’Ambiente, Roberto Facci, aveva spiegato: «Quando si progettano impianti di alberi importanti, destinati negli anni a raggiungere dimensioni notevoli, si dovrebbe tener conto dello sviluppo che avranno dopo due decenni, garantendo lo spazio necessario per le loro funzioni vitali. Costringerle in spazi angusti, circondate alla base da solo asfalto o cemento, senza che abbiano la possibilità di respirare anche solo con le radici, significa condannarle a una ricerca spasmodica di aria ed acqua, obbligandole di fatto a sconvolgere il loro sito di impianto, con radici ipertrofiche cheeturpano i marciapiedi e i fondi stradali adiacenti, facendole diventare così elemento di pericolo per chi passa lì vicino in auto, a piedi o in bici». È quello che è accaduto a Raldon con la barriera di 109 pioppi cipressini in via della Pace che con le loro radici hanno reso il fondo carrabile, ma soprattutto quello della adiacente pista ciclabile, impraticabile, costringendo al taglio di 77 dei 109 alberi. Al loro posto saranno piantati pyrus calleriana, biancospini senza spine, melograni, piante di melo selvatico e di nocciolo, calicanto, alcuni berberis crespini e alcuni ilex aquifolium. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1