CHIUDI
CHIUDI

15.03.2017

Quando
passavano
Nuvolari
e Ferrari

Al centro con il berretto nero, Enzo Ferrari al circuito di Pozzo. La foto fu scattata nel 1929
Al centro con il berretto nero, Enzo Ferrari al circuito di Pozzo. La foto fu scattata nel 1929

Una giornata di revival e una mostra sono state organizzate per domenica in paese per ricordare il circuito automobilistico del Pozzo. L’anima delle due iniziative è Mauro Taioli, che già nel 2016 aveva proposto l’appuntamento con il recupero della memoria del circuito per auto che fra il 1926 e il 1929 fu molto famoso in tutta Italia, tanto da attrare piloti del calibro di Tazio Nuvolari ed Enzo Ferrari.

«Crediamo importante rinsaldare nella memoria collettiva un evento storico importante per il paese di San Giovanni Lupatoto», dice Mauro Taioli. «A questo è finalizzato il secondo Revival Circuito del Pozzo che si terrà domenica nella frazione».

Il revival, nato per tenere vivo il ricordo del famoso tracciato che negli anni fra le due guerre mondiali fece parlare di San Giovanni Lupatoto tutta l’Italia sportiva, si articolerà in due iniziative.

La prima, di carattere motoristico, prevede un raduno di auto e moto d’epoca nel parcheggio davanti al Bar Taioli di via Battisti.

Dalle 8 alle 9 è fissato il ritrovo degli iscritti per la registrazione e l’esposizione di auto e moto iscritte al raduno. Contemporaneamente gli iscritti si recheranno alla prova di abilità intitolata a Silvio Taioli nel parcheggio di via Foscolo (fronte Poste) dove verrà predisposto un percorso delimitato da birilli. Seguirà alle 12, con partenza dal Bar Taioli, il corteo di veicoli storici sul tracciato del vecchio circuito per raggiungere poi Castel d’Azzano dove è previsto il pranzo. Alle 15.30 gioco abilità per moto e varie esibizioni nel parcheggio di via Foscolo. Alle 18, con le premiazioni, si concluderà la manifestazione. Per altre info sulla manifestazione e iscrizioni (da effettuarsi entro oggi) si può scrivere a circuitodelpozzo@gmail.com o chiamare Mauro 345.6989532 o Nicola 3474963923.

PARALLELAMENTE verrà organizzata al centro culturale di piazza Umberto I dal Bar Taioli in collaborazione con il Comitato Radici e la Scuderia del Pozzo, la mostra «Il Magnifico Triangolo, storia e cimeli del Circuito del Pozzo», nella quale si potranno ammirare molte testimonianze storiche e giornalistiche della celeberrima gara di velocità veronese.

«Il circuito del Pozzo, ideato come evento collegato alla Fiera di Marzo di Verona e progettato per ambire ai record di velocità del tempo, era considerato uno dei tracciati più veloci d’Italia», spiega Taioli. «Le varie edizioni ebbero larga risonanza sulla stampa e portarono i più valenti piloti e le più affermate case automobilistiche e motociclistiche a sfidarsi sulle strade delle verdi campagne limitrofe alla città», ricorda l’ appassionato.

«Il tracciato lungo poco più di 12 chilometri, era di forma triangolare, con ai vertici Tombetta, San Giovanni Lupatoto e la località di Pozzo e dava agli impavidi piloti l’opportunità di lanciare le proprie vetture a medie altissime per i tempi, con velocità di oltre 190 chilometri orari sul lungo rettilineo che collegava Pozzo a Verona», continua Taioli.

«Fu prova valevole per il campionato italiano di motociclismo nel 1927 e di automobilismo nel 1928, eventi vinti entrambi dal leggendario Tazio Nuvolari. Il campione mantovano vinse in moto nella classe 350cc su Bianchi Freccia Celeste e bissò il successo l’anno successivo in auto su Bugatti 35C battendo il "Diavolo Rosso" Pietro Bordino. I più famosi piloti dell’ epoca si iscrissero alla competizione aperta anche alle donne che metteva in palio cospicui premi e onori dalle folle e dalle autorità. Presero parte alla corsa il conte Aymo Maggi, uno dei tre fondatori della Mille Miglia; Luigi Fagioli, asso del primo campionato di Formula Uno del dopoguerra; Gaspare Bona, poeta, musicista e primo presidente di Pininfarina; e non ultimo, un giovane Enzo Ferrari che partecipò nel 1929, anno di fondazione della sua scuderia».

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie