CHIUDI
CHIUDI

29.03.2019

Lavori anti allagamenti, due mesi di disagi

Via Madonnina allagata per la pioggia che cadde a settembre di cinque anni fa
Via Madonnina allagata per la pioggia che cadde a settembre di cinque anni fa

Su via Madonnina cominceranno lunedì i lavori per la sostituzione delle caditoie. Lo ha annunciato l’amministrazione comunale. Sarà un calvario, ma a fin di bene. I cantieri saranno aperti sulla strada principale che conduce dalla piazza centrale verso via Garofoli e la direzione di Verona, spesso oggetto di allagamenti. «L’intervento completa il progetto di riqualificazione di via Madonnina iniziato con la realizzazione dello sfioratore in via Fossa Sagramosa, che permette di aumentare considerevolmente la capacità di flusso delle acque nelle condotte sotterranee», spiega il sindaco Attilio Gastaldello. «Era fondamentale aggiungere a quei lavori l’intervento odierno che riguarda invece il problema dell’ostruzione delle caditoie tradizionali, in presenza di piante a foglia larga, che vogliamo salvaguardare. Per accelerare i lavori è stata coinvolta la società Acque Veronesi. Grazie a questa collaborazione, infatti, tutto il procedimento necessario è stato curato dagli uffici della società senza attendere i tempi degli uffici tecnici comunali». «I lavori avranno durata massima di 60 giorni e prevedono un primo intervento su un lato della via, lasciando liberi i parcheggi sul lato opposto, e a seguire le opere sull’altro lato della strada», aggiunge l’assessore delegato ai lavori pubblici Fabrizio Zerman. «Pertanto, sarà sempre garantito il parcheggio su un lato della via». La carreggiata stradale, fanno notare dal municipio, non è comunque interessata dal cantiere e quindi resterà aperta, salvo per l’asfaltatura finale e la finitura dell’opera. Inoltre si provvederà al rifacimento e allungamento delle aiuole che ospiteranno le nuove caditoie, con successiva collocazione di essenze arboree, senza alcun intervento sugli alberi. L’amministrazione ha assicurato che presterà la massima attenzione a restringere al minimo il cantiere nei giorni delle festività pasquali. Questo intervento completa le opere previste da Acque Veronesi per la rete fognaria di via Madonnina che ha manifestato negli anni criticità e allagamenti. L’intervento in oggetto prevedeva la realizzazione di un manufatto sfioratore a servizio della rete fognaria, già realizzato allo sbocco di via Fossa Sagramosa in piazza Umberto I, con realizzazione di una condotta da 50 centimetri di diametro, lunga circa 200 metri, che dalla fognatura conduce le acque in esubero nella fossa Sagramosa. La portata della fognatura, è di 985 litri al secondo, di cui 500 vengono deviati nella nuova condotta. L’intervento che inizierà lunedì è particolarmente mirato a gestire il problema delle foglie degli alberi che occludono le griglie dei tombini e prevede la posa di 20 caditoie verticali e più ampie, 10 per ogni lato di via Madonnina. La superficie delle caditoie verrà aumentata per ogni scarico da 50 per 50 centimetri a 100 per 120 centimetri. Grazie a questo intervento, la capacità di scarico aumenterà di quattro volte. Le nuove caditoie dovrebbero risolvere il ricorrente problema degli allagamenti di via Madonnina che ad ogni precipitazione straordinaria vede andare in crisi la rete fognaria. In queste situazioni l’acqua invade la strada e le cantine degli edifici prospicenti e quindi sale fino alla quota delle case e dei negozi danneggiando mobili, murature e pavimenti. L’episodio più grave degli ultimi anni era avvenuto nell’agosto 2014 quando una ventina di negozi aveva avuto i depositi e le cantine e il piano terra invaso dall’acqua con danni alle merci e ai mobili. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1