CHIUDI
CHIUDI

22.01.2020

«La piazza di Raldon è sporca» Ma la Sgl respinge ogni accusa

Raldon: polemiche per la pulizia delle zone centrali DIENNE FOTO
Raldon: polemiche per la pulizia delle zone centrali DIENNE FOTO

Raldon «bella abbandonata», altroché bella addormentata. La definizione viene da Francesco De Togni, consigliere comunale all’opposizione che denuncia lo stato di abbandono della frazione di San Giovanni Lupatoto. De Togni punta il dito contro lo stato di scarsa pulizia della piazza centrale della frazione, intitolata a Alcide De Gasperi. Nicola Fasoli, presidente di SGL Multiservizi, società municipale incaricata dello spazzamento, rifiuta di essere responsabile della sporcizia. E parte la polemica. Dice De Togni: «Va posta in evidenza la condizione di perenne sporcizia della piazza, costantemente “dimenticata” da chi dovrebbe pulirla. Basterebbe che gli amministratori comunali facessero un giro ogni tanto a Raldon per rendersi conto dello stato della piazza. Attenzione, non sto chiedendo la luna, perché la soluzione a questo stato di trasandatezza non è così impegnativa dal punto di vista economico. Ad ogni modo, i cittadini di Raldon pagano regolarmente le tasse e dunque a loro spettano i medesimi servizi erogati nel capoluogo, tra cui la pulizia della piazza». Secondo De Togni, risolvere almeno il problema della pulizia della piazza, e in generale delle strade e dei marciapiedi della frazione, mettendo Raldon sullo stesso piano del resto della città di San Giovanni Lupatoto, sarebbe «un atto dovuto». Il compito dovrebbe essere assolto dalla Sgl Multiservizi che cura anche i servizi di igiene urbana «mediante spazzamento meccanico e manuale su strade urbane effettuato dagli operatori», oltre a pulire piazze, parchi e giardini con svuotamento cestini. «In alternativa, si potrebbe chiedere a qualche azienda partecipata di sponsorizzare la consegna di ramazze e cestini, lasciando ai raldonati l’onere di pulire: credo che nessuno si tirerebbe indietro», ironizza De Togni. Fasoli risponde piccato che la pulizia viene svolta con regolarità. «Le operazioni di pulizia a Raldon vengono eseguite il giovedì mattina e con mezzi all’avanguardia, come l’ultima spazzatrice stradale acquistata da Sgl Multiservizi», sottolinea, «ho ricevuto in varie occasioni complimenti dai cittadini della frazione per la professionalità e la cortesia dei nostri operatori ecologici e sono certo che tali caratteristiche saranno mantenute anche dopo il passaggio alla nuova partecipata comunale Esacom». «Colgo l’occasione per ringraziare tutti i residenti che rispettano il divieto di sosta nelle prime ore del mattino, facilitando le operazioni di pulizia e ottenendo così il miglior risultato possibile anche a bordo strada. A De Togni dico che se in futuro vuole avere visibilità sarà meglio che cerchi qualche altro appiglio». Conclude Fasoli: «Il consigliere probabilmente è da qualche anno che non frequenta la piazza e i dintorni di Raldon. Gli sarà rimasta in mente l’immagine di una frazione con erba alta, buche nelle strade, senza fiori e priva di eventi, quale era nel periodo in cui era governata dall’amministrazione di cui faceva parte. Oggi è diverso: molte strade sono state asfaltate; i pioppi della ciclabile di via della Pace sono stati sostituiti con altre essenze arboree; in centro sono arrivate nuove fioriere e le le feste da tre anni sono tornate ad animare la piazza principale», dice il presidente della SGL. Per Marco Zocca, presidente della Consulta per Raldon, la situazione della pulizia in centro è accettabile ma migliorabile: «Tutte le settimane passa la spazzatrice e giornalmente o quasi i cestini vengono svuotati. Se i cittadini non rispettano i giorni della raccolta porta a porta, è ovvio che l’immondizia resti in strada due o più giorni, e il decoro ne risente». •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie