CHIUDI
CHIUDI

29.10.2019

Il dono di Tania, ultimo gesto d’amore

Tania Giavara in moto con il compagno Nicola Dalla Brea, in un momento feliceTania Giavara Dal Pez
Tania Giavara in moto con il compagno Nicola Dalla Brea, in un momento feliceTania Giavara Dal Pez

Ha scosso moltissime persone di San Giovanni Lupatoto, e non solo di Pozzo e Camacici, la morte di Tania Giavara Dal Pez, trentaseienne rimasta coinvolta in un incidente in moto domenica pomeriggio a Montecchio Maggiore. Tania era molto conosciuta in paese per aver lavorato a lungo nel Suite cafè, bar di piazza Umberto I. La giovane aveva lasciato da qualche tempo il bar per dedicarsi alla realizzazione di un sogno ormai a un passo dalla concretizzazione. Proprio lunedì, il 4 novembre, avrebbe dovuto aprire in piazzale Stefani a Borgo Trento, insieme a un’amica, un negozio di intimo. «Tania purtroppo non ci sarà in quella data che aveva sottolineato in rosso sul calendario», dice Luca Merlini, zio della giovane per tutta la giornata di ieri impegnato fra ospedale e pratiche burocratiche per l’improvvisa scomparsa delle nipote. «Per lei quel negozio in città era il coronamento di un sogno. Lì avrebbe potuto mettere alla prova le sua capacità di relazione, dote già sperimentata con successo prima come commessa in un negozio di via Mazzini e poi nel bar a San Giovanni». La famiglia di Tania da domenica sera vive nella disperazione, prima fra tutti mamma Patrizia, che ieri non ha voluto rilasciare dichiarazioni e si è chiusa in casa, in via Olimpia, ma non prima di aver acconsentito a un grande gesto d’amore, quello della donazione degli organi. I parenti hanno appreso la notizia della tragedia intorno alle 20 di domenica, quando a casa si è presentata una pattuglia di carabinieri della stazione locale, che hanno agito in collaborazione con i colleghi di Montecchio Maggiore. «La notizia dell’incidente nel vicentino e della morte di Tania ci ha gettato nella disperazione più cupa», dice lo zia Luca, «nessuno riusciva a credere a quello che i carabinieri stavano riferendo. Ancora adesso sembra impossibile». Tania domenica pomeriggio viaggiava sul sellino posteriore della moto, una Bmw 1200, guidata dal suo compagno Nicola Dalla Brea (37enne residente a Caluri di Villafranca), che nello scontro ha riportato lesioni gravi ed è tuttora ricoverato in ospedale a Vicenza. I due motociclisti, dopo una giornata sull’altipiano di Asiago, stavano tornando a casa. Provenienti da Vicenza, avevano deciso di percorrere la ex statale 11. Avevano appena superato la fabbrica Fis e si stavano dirigendo in direzione di Montebello. In quel momento, dalla parte opposta secondo i primi rilievi, stava transitando una Ford Fiesta bianca, condotta da un arzignanese di 36 anni. All’improvviso, all’altezza della Gi-Auto, il terribile impatto con la fiancata destra della vettura. I due centauri sono stati sbalzati sull’asfalto, a metri di distanza. Il magistrato ha avviato accertamenti ipotizzando l’omicidio stradale e scriverà sul registro degli indagati il 27enne di Arzignano alla guida dell’auto. «Nicola è un motociclista esperto, come lo siamo tutti noi», racconta Luca Merlini, «Tania viaggiava in moto con lui da cinque anni. Spesso ci muoviamo in gruppo, partecipiamo a raduni e insieme abbiamo anche organizzato iniziative come il Motogiro, il cui ricavato viene devoluto in beneficenza». Tania aveva conosciuto Nicola proprio perché glielo aveva presentato Luca. Lo stesso Nicola, all’oscuro dalla tragica sorte della sua compagna, ha saputo solo ieri mattina dai medici della morte di Tania. Per fissare i funerali sarà necessario attendere le disposizioni della magistratura. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1