CHIUDI
CHIUDI

05.03.2020

«Esenzione per rette e mense scolastiche»

Bambini alla scuola d’infanzia: previste riduzioni per le assenze
Bambini alla scuola d’infanzia: previste riduzioni per le assenze

Renzo Gastaldo Dibattito politico in corso, oltre che richieste delle famiglie, sulle rette della mensa scolastica e su quella per la frequenza dell’asilo nido a seguito delle assenze per lo stop causato dal Coronavirus. L’ex assessore della Giunta Vantini, Marco Taietta, si fa paladino delle famiglie e chiede al Comune l'esenzione totale in questi giorni di chiusura scuole e inutilizzo delle mense. L’assessore attuale all’Istruzione Debora Lerin risponde che è già tutto a posto. «Tra le attività che mi sento di suggerire al Gruppo di coordinamento creato per i Coronavirus in municipio, mi pare prioritaria quella di pensare a una forma di rimborso per le famiglie ed i genitori con figli in età scolare che sono tra coloro che stanno incontrando il maggior disagio in questa fase della malattia, data la chiusura delle scuole», osserva Taietta. «È quindi opportuno pensare a una forma di rimborso per i pagamenti relativi ai giorni di sospensione del servizio», aggiunge. «Per le famiglie dei piccoli fruitori del nido Sabin, la riduzione per i cinque giorni di assenza, dal 24 al 28 febbraio, e per gli ulteriori cinque giorni di questa settimana è già prevista dal regolamento vigente», annuncia Lerin. «Gli utenti della struttura, infatti, sono sempre tutelati, in quanto nel conteggio della retta mensile si applica sempre la riduzione per l’assenza dal servizio fino ad un massimo del 30 per cento della tariffa complessiva». Più favorevole alle famiglie la questione della mensa. «Per quanto riguarda, invece, l’importo per la mensa, nelle scuole dell’infanzia, elementari e medie del territorio, il servizio di ristorazione viene conteggiato in base al consumo», prosegue Lerin. «Quindi, per i giorni di assenza non ci sarà alcun esborso da parte delle famiglie in quanto i minori non hanno usufruito del pasto dal 24 febbraio al 7 marzo». La questione è stata esaminata anche in Giunta, che ha rilevato «che non servono quindi ulteriori provvedimenti per le famiglie con figli iscritti al nido comunale». Taietta non è soddisfatto: «Serviva l'esenzione totale in questi giorni di chiusura scuole e inutilizzo delle mense». L’ex assessore chiede anche provvedimenti a supporto del commercio locale, «che già si trova a far fronte quotidianamente a difficoltà». «Sarebbe un messaggio di vicinanza per gli operatori del settore». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie