CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019

Cimitero col parcheggio nuovo ma nel vecchio c’è un cantiere

Il parcheggio nuovo per il cimitero e sullo sfondo l’area di cantiere   DIENNEFOTO
Il parcheggio nuovo per il cimitero e sullo sfondo l’area di cantiere DIENNEFOTO

Domani aprirà il nuovo parcheggio davanti al cimitero, realizzato da privati e ceduto al comune, sull’area a destra di via Carlo Alberto. Ciononostante sarà una commemorazione dei defunti con i lavori in corso, quella di quest’anno. Il piazzale preesistente, antistante il cimitero nuovo, che si trova a sinistra per chi percorre via Carlo Alberto in direzione di Pozzo, è infatti oggetto del rifacimento di aiuole, parcheggi e sottoservizi. I lavori, cominciati a fine settembre a cura di Cogeme, la società che ha in gestione per trent’anni il cimitero, non si concluderanno prima di Natale. Molti dubbi sull’opportunità di un cantiere proprio in questo periodo dell’anno. La risposta viene da Fabrizio Zerman, assessore ai lavori pubblici. «La ditta sta procedendo secondo i piani», dice Zerman, «ci vorrà ancora un paio di mesi, compresa l’asfaltatura finale». «Mi pare peraltro che i disagi per le persone che frequentano il cimitero e vi parcheggiano davanti siano abbastanza limitati in quanto il nuovo parcheggio offre più posti del vecchio in manutenzione», aggiunge l’assessore. Per consentire l’accesso pedonale al cimitero nuovo verrà realizzato un vialetto che attraverserà la zona interessata dai lavori di sistemazione. L’assessore Zerman annuncia anche il via ai lavori di ampliamento del cimitero di Raldon. «Con l’inizio del prossimo anno partiranno, sempre a cura di Cogeme, le opere di costruzione di circa cento nuovi loculi e 30 cellette nel cimitero della frazione; l’intervento dovrebbe concludersi entro l’anno», precisa l’assessore. «Per quanto riguarda il cimitero di San Giovanni, sarà presentato a breve il progetto di sistemazione dell’emiciclo del cimitero vecchio con le tombe ipogee e le circa mille salme in esse contenute, con estumulazioni e realizzazione di nuovi loculi», conclude Zerman. I lavori saranno pagati dal raggruppamento di imprese Cogeme, concessionario del servizio dal 2013 (il project financing è stato approvato definitivamente a fine 2012), contratto che prevedeva in suo favore l’incasso delle tariffe delle sepolture e a suo carico l’impegno alla risistemazione dei due cimiteri. La società in un incontro di inizio mandato aveva spiegato che nei trent’anni di durata della convezione verranno spesi poco meno di 15 milioni di euro, di cui 7,4 per la gestione ordinaria e il rimanente in manutenzioni e investimenti. Gli introiti sono costituiti da vendita loculi, lampade votive, canoni di concessione delle sepolture di nuova istituzione. Finora Cogeme ha rimesso a nuovo il mausoleo, realizzato la sala del commiato e risanato il cimitero monumentale del capoluogo. Nella primavera 2015 la giunta aveva chiesto a Cogeme una modifica del progetto di ristrutturazione del cimitero monumentale, proponendo che non fossero spostate le salme posizionate sotto all’emisfero.Questa iniziativa aveva bloccato per quasi due anni il procedimento. La giunta Gastaldello, invece, ha deciso di procedere all’esecuzione dei lavori secondo quanto previsto dalla concessione originaria. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1