CHIUDI
CHIUDI

26.03.2019

Ciclabile deformata, in via Pace a dimora piante più adatte

Le radici dei pioppi hanno deformato l’asfalto, al loro posto presto nuove piante
Le radici dei pioppi hanno deformato l’asfalto, al loro posto presto nuove piante

L’amministrazione comunale ha deciso di rifare la ciclopedonale di 800 metri che costeggia sul lato sinistro via Della Pace a Raldon. «I lavori cominceranno tra alcuni giorni e costeranno circa 50 mila euro», dice Fabrizio Zerman, assessore ai lavori pubblici. «Toglieremo i pioppi e metteremo subito a dimora le nuove. In base a come risulterà lo stato del fondo della pista ciclabile, valuteremo se riaprirla al transito o eseguire un intervento definitivo di rifacimento, che però comporterà qualche mese». L’intervento è molto atteso nella frazione lupatotina, come traspare dalla dichiarazioni di Marco Zocca, presidente della consulta comunale di Raldon. “C’è tanta attenzione per questo intervento, lo chiedono i cittadini della frazione e gli utilizzatori della pista», commenta Zocca. «Si tratta di un’opera la cui esecuzione era stata segnalata dalla Consulta di Raldon come una priorità. Abbiamo apprezzato il metodo di lavoro adottato per l’individuazione della più idonea soluzione progettuale che ha permesso di tenere presenti tutte le esigenze». Il rifacimento della ciclopedonale non era previsto da programma elettorale, ma la situazione della ciclabile si è aggravata, cosicché l’amministrazione ha ritenuto di intervenire con priorità e urgenza. I problemi sono causati dalle radici dei pioppi cipressini a lato del percorso, che trovandosi praticamente in superficie hanno creato gibbosità rendendo impraticabile il tragitto. Dopo le valutazioni della Consulta di Raldon e di quella dell’Ambiente, la giunta ha approvato il progetto e gli uffici hanno effettuato le procedure di incarico. «Si risolve così un problema che si trascinava da anni, in modo tale da non pregiudicare l’ambiente», spiega il presidente Zocca, «infatti le piante che dovranno essere abbattute per estirparne le radici, saranno contestualmente sostituite da altre essenze. Le nuove piante assolveranno alla funzione di proteggere la ciclopedonale dalla strada senza togliere visibilità. Inoltre, le tipologie di piante scelte, proprio perché di altezza variabile, saranno messe a dimora in modo da favorire la piena funzionalità dell’ illuminazione». L’intervento prevede il taglio di 77 dei 109 pioppi cipressini. Il taglio dei pioppi è stato oggetto di un lungo dibattito in amministrazione. Alla fine si è giunti alla determinazione di sostituire i due terzi del lungo filare spostando il percorso della ciclabile nello spazio verde finale vicino alla rotatoria di via Scaiole. Il presidente della Consulta comunale per l’ambiente, Roberto Facci, ha così motivato l’ineludibilità dello sradicamento. «Quando si progettano impianti di alberi importanti, destinati negli anni a raggiungere dimensioni notevoli, si dovrebbe tener conto dello sviluppo che avranno, garantendo lo spazio necessario per le loro funzioni vitali», ha detto Facci. «Costringerle in spazi angusti, circondate alla base da solo asfalto, significa condannarle a una ricerca spasmodica di aria ed acqua, obbligandole a sconvolgere il loro sito di impianto, con radici ipertrofiche che deturpano i marciapiedi». Ora verranno messe a dimora sei tipi di essenze: pyrus calleriana, biancospini senza spine, melograni, piante di melo selvatico e di nocciolo, calicanto, alcuni berberis crespini e ilex aquifolium. Queste essenze garantiscono fioriture differenziate nelle varie stagioni e le altezze diverse non costituiscono una barriera troppo fitta, ma lasciano il percorso ciclo pedonale sempre visibile, senza trasformarlo in un tunnel. •

R.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Sport

giro2019 giro2019