CHIUDI
CHIUDI

10.09.2015

Altalena, bimbo si fratturò la tibia C'è la denuncia

L'attrazione posta sotto sequestro dopo l'infortunio al bimbo
L'attrazione posta sotto sequestro dopo l'infortunio al bimbo

Sono stati i genitori del piccolo di soli tre anni, infortunatosi con l'altalena, a far avviare l'indagine alla procura. D'altro canto, ne avevano tutte le ragioni: il loro piccolo aveva subito la frattura di tibia, perone e due metatarsi del piede utilizzando proprio quell'attrazione del campo giochi al parco dei Cotoni di San Giovanni Lupatoto, ora finita nel mirino degli investigatori.Si fonda su questa denuncia l'indagine aperta al secondo piano del tribunale sul malfunzionamento dell'altalena, sequestrata nel luglio scorso dalla polizia locale. L'accusa, riportata nel fascicolo del pm, parla di lesioni colpose ed è intestato con la dicitura «persona da individuare» e, quindi, non c'è ancora nessun indagato. Le indagini della polizia locale di San Giovanni Lupatoto dovranno verificare qual è stata la causa del malfunzionamento della giostra oltre alla ricostruzione dell'esatta dinamica dell'incidente in cui il bimbo ha subito le lesioni alla gamba. Gli investigatori, tra l'altro, non escludono un difetto di costruzione della stessa attrazione. Solo quando sarà stabilito il nesso causale tra il malfunzionamento dell'altalena e le lesioni, potranno essere individuati i responsabili tra chi ha prodotto la «giostra» e chi, invece, doveva solo controllarla. Ma gli investigatori raccomandano prudenza perché, dicono, l'incidente potrebbe essere stato provocato da un fatto imprevedibile. L'indagine forse sarà estesa anche a chi tra i dipendenti del Comune aveva il compito di verificare il funzionamento dell'altalena. Per il momento, spiegano gli inquirenti, non ci sono atti irripetibili da compiere con la presenza dei difensori degli indagati. Nel fascicolo dell'inchiesta, potrebbe essere inserita anche la perizia sull'altalena che con ogni probabilità, la procura chiederà nei prossimi giorni.o

Giampaolo Chavan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1