CHIUDI
CHIUDI

13.02.2020

Al circolo del tennis scontro per il direttivo

Panoramica degli impianti del Tennis club di San Giovanni Lupatoto DIENNEFOTO
Panoramica degli impianti del Tennis club di San Giovanni Lupatoto DIENNEFOTO

Maretta all’Associazione tennis San Giovanni Lupatoto, dove sabato si vota per rinnovare il direttivo. La spaccatura all’interno del circolo tennistico doveva approdare anche in consiglio comunale, oggi, ma così non sarà perché la mozione presentata dai consiglieri di opposizione Roberto Bianchini e Marco Zamboni non è stata inserita all’ordine del giorno. Bianchini e Zamboni chiedevano al sindaco Attilio Gastaldello di «esperire nei confronti dell’Associazione Tennis tutti i tentativi utili ad evitare le elezioni del direttivo». Secondo loro, prima del voto, l’associazione Tennis deve procedere all’adeguamento dello statuto alle norme di legge «prevedendo che le liste di minoranza abbiano garantita la rappresentanza nel direttivo»; chideono poi che nel direttivo entri anche un rappresentante dell’amministrazione comunale. La mozione però non era corretta. «L’abbiamo guardata con il presidente del consiglio comunale Stefano Filippi e, così com’ è, non è ammissibile», spiega il vicesindaco Fulvio Sartori. La spaccatura interna al tennis è tra due diverse scuole di pensiero. Un gruppo è quello di chi oggi amministra il circolo e punta molto (troppo, per i contestatori) sull’attività rivolta ai ragazzi e sulla scuola di tennis, che si avvale di sette maestri. L’altro minoritario vuole fare del circolo un punto di incontro, qualcosa di meno competitivo. I soci storici sono più vicini a questa visione, di qui lo scontento che ha visto un esodo di iscritti dal circolo di San Giovanni Lupatoto a quello di Raldon. Qualcuno dei contestatori però è rimasto e (è notizia di qualche giorno fa riguardante il socio Enzo Bertacco) ha impugnato le regole statutarie che riguardano le elezioni, ha avanzato la propria candidatura e ha ottenuto di entrare in lista, nonostante vi fosse una sorta di lista bloccata. Per sabato resta il rebus del sistema elettorale: l’attuale gestione vuole le preferenze mentre i contestatori, in assenza di regole esplicite, chiedono il voto singolo per socio. Diceva la mozione proposta per il consiglio: «L’associazione gestisce i sette campi da tennis del comune intascando circa 70mila euro all’anno dall’amministrazione comunale, che di fatto non fa nessun controllo su come vengono spesi». Dice Bianchini: «La convenzione fra comune e Tennis scade nel 2021 e mi parrebbe normale che fra gli adeguamenti allo statuto ci fosse la previsione per un posto nel direttivo per un delegato dall’amministrazione comunale. La logica delle associazioni sportive che si considerano enti privati liberi di fare ciò che vogliono deve cessare». «Ho sentito i vertici dell’Associazione Tennis», interviene il vicesindaco e assessore allo sport Sartori, e mi hanno assicurato che lo statuto è nella sostanza a posto, necessita solo di un aggiornamento ai fini fiscali alla nuova normativa appena entrata in vigore». «La bozza con le modifiche sarebbe stata inviata a Roma alla Federazione Tennis, che non ha ancora risposto. La votazione, per quanto mi risulta, dovrebbe tenersi regolarmente sabato», aggiunge Sartori, che conclude: «per quanto riguarda le altre segnalazioni, invito chi è a conoscenza di fatti o irregolarità provati e documentabili a rivolgersi alle autorità competenti». L’Associazione Tennis di San Giovanni Lupatoto era andata sotto i riflettori nel giugno 2018 quando le beghe interne approdarono in consiglio a seguito di un’interpellanza della consigliera di opposizione Anna Falavigna. All’epoca 52 soci avevano chiesto al direttivo informazioni sull’utilizzo dei campi, l’attività di insegnamento, l’inquadramento contrattuale del personale. I soci paventavano irregolarità. Il sindaco Attilio Gastaldello rispose; «La situazione non è quella rappresentata nell’interpellanza e che il tennis lupatotino è nella sostanza un buon circolo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie