CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

«Addio agli allagamenti in via Madonnina»

Attilio Gastaldello e Roberto Mantovanelli davanti al cantiere
Attilio Gastaldello e Roberto Mantovanelli davanti al cantiere

L’impegno è solenne: il problema degli allagamenti di via Madonnina è risolto. A fare la promessa sono stati Acque Veronesi e Comune. La soluzione viene dalla posa in corso delle nuove caditoie e, un anno fa, alla realizzazione dello sfioro della fognatura fra piazza Umberto I e via Fossa Sagramosa. Ieri il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli e il sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello hanno fatto un sopralluogo nel cantiere della società consortile in via Madonnina per verificare lo stato di avanzamento degli interventi. La rete fognaria del Comune, di tipo misto (veicola sia le portate nere che le acque meteoriche), ha denunciato negli anni periodiche criticità e allagamenti che si sono manifestati in alcune località del paese a causa dell’insufficienza della rete di collegamento. «Criticità legate all’attuale sistema di raccolta e convogliamento delle acque piovane che soffrono di una parziale inefficienza e sottodimensionamento dei dispositivi di intercettazione delle portate generate da eventi piovosi di particolare intensità», fanno sapere i tecnici di Acque Veronesi. Le caditoie risultavano distribuite in maniera non funzionale e in parte ostruite da materiale di vario genere. Il progetto, realizzato da Acque Veronesi che supporterà anche tecnicamente le ditte incaricate dal Comune nelle varie fasi dei lavori, prevede la modifica minimale delle linee di compluvio e l’uso di dispositivi a prova di intasamento. Saranno realizzate 13 nuove aiuole delimitate da una cordonata realizzata con profili in pietra locale che ben si inseriscono nel contesto urbano e che ospiteranno i nuovi punti di intercettazione delle acque piovane. Contestualmente saranno posizionati 21 nuovi dispositivi caratterizzati da caditoie con particolari funzioni chiamate «a bocca di lupo», che saranno collegati alle condotte già esistenti mediante condotte in Pvc. Il cantiere, aperto da una decina di giorni e finanziato dall’amministrazione lupatotina per una spesa di circa 90 mila euro, segue quello realizzato e finanziato da Acque Veronesi nell’ottobre del 2017 costato 200 mila euro. In quell’occasione la società consortile aveva provveduto alla realizzazione di uno scarico di alleggerimento delle portate della condotta di via Madonnina con una condotta in grado di trasferire il 50 per cento della sua portata nella fossa Sagramosa. «Un intervento atteso dalla cittadinanza e dai commercianti della zona», ha commentato il presidente Mantovanelli. «Il centro storico era stato infatti interessato negli ultimi anni da fenomeni di allagamento che avevano coinvolto alcune attività commerciali e alberghiere che si affacciano su via Madonnina e piazza Umberto. I lavori, che termineranno a fine maggio, metteranno la parola fine agli allagamenti». «I lavori in corso rappresentano il frutto della collaborazione tra il Comune e Acque Veronesi: per offrire servizi efficienti non ci sono strade diverse», ha detto il sindaco Gastaldello. «Insieme abbiamo studiato le nuove caditoie di cui ho discusso con gli ingegneri di Acque Veronesi e ora vengono installate a completamento di interventi risolutivi dell’annoso problema degli allagamenti». Intanto, però, sulle pagine locali dei social media sono piovute critiche. «L’allargamento delle aiuole alla base delle grandi piante di platano in via Madonnina restringe i parcheggi», dicono molti utenti dei social. «Il risultato è che si riducono gli spazi a parcheggio e inoltre le auto che escono dagli stalli, a causa del restringimento degli spazi di manovra, sono costrette a retrocedere invadendo la sede stradale, mentre prima la retromarcia era molto più agevole». «Non accadrà quanto paventato», rassicura il sindaco Gastaldello. «Occuperemo gli spazi inutilizzati fino ad oggi esistenti a fianco delle aiuole e facendo “slittare” gli stalli non ci sarà il problema sollevato». •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Elezioni-2019 Europee Amministrative
giro2019 giro2019

Sondaggio

Sboarina e Salvini vogliono chiudere i cannabis store legali. Siete d'accordo?
ok

Sport