CHIUDI
CHIUDI

17.01.2020

È caccia alle multe degli stranieri

L’autovelox in Transpolesana, in territorio di San Giovanni Lupatoto
L’autovelox in Transpolesana, in territorio di San Giovanni Lupatoto

Il Comune intende affidare a mani esperte il recupero di 49 mila multe prese da veicoli esteri e aspetta, entro il 24 gennaio, le offerte delle società specializzate nel recupero. Si tratta di multe mai pagate, comminate tra il 2014 e il 2017, per un valore di 5,3 milioni, euro più euro meno. Tutte sono dovute al mancato rispetto dei limiti di velocità e sono state rilevate dall’autovelox posto in territorio lupatotino, qualche centinaio di metri prima della galleria della statale 434 Transpolesana. L’amministrazione comunale, come si diceva, cerca un partner esperto e affidabile per recuperarle, almeno in parte. «Il termine di presentazione delle offerte scade venerdì 24 e chi si aggiudicherà l’appalto dovrà infatti presentare referenze di prim’ordine», dice Luisa Meroni, assessore comunale al bilancio. «Tra queste dovrà dimostrare di avere svolto il servizio oggetto di gara presso almeno tre amministrazioni locali, per un periodo non inferiore a tre anni nell’ultimo quinquennio con un numero di posizioni affidate pari ad almeno 10 mila annue per ogni amministrazione. Non solo: nello svolgimento del servizio presso questi enti, l’attività di recupero crediti dovrà essere stata svolta in almeno cinque paesi stranieri avvalendosi direttamente di società di recupero crediti». L’assessore spiega che la gara per le multe estere è di solito specificità dei grandi comuni come Roma o Napoli, che devono fare i conti con importanti flussi turistici. L’assegnatario del servizio dovrà inoltre avere realizzato, negli ultimi tre esercizi finanziari, un fatturato specifico annuo per lo stesso servizio di importo non inferiore a 500 mila euro. «La nostra previsione è di incassare almeno il 20 per cento dei quasi 50 mila verbali consegnati, corrispondente a un importo da recuperare pari a 1,095 milioni di euro», continua l’assessore Meroni. Per l’assegnazione non conterà solo il prezzo più basso (che si concretizzerà in un ribasso dell’aggio, vale 30 punti) ma anche gli elementi tecnici e qualitativi del servizio (70 punti). Chi si aggiudicherà il servizio di incasso delle multe estere potrà contare su un aggio molto alto, pari al 45 per cento (o meno, se previsto in fase di assegnazione). Vorrà dire che incassando 100 euro, ben 45 andranno al soggetto che ha curato l’esazione del credito vantato dal Comune di San Giovanni Lupatoto, il restante entrerà nelle casse municipali. «La formula di appalto del servizio è stata scelta apposta per fare in modo che il comune non sia tenuto a sostenere costi di procedure di recupero che non porterebbero a nulla. Con l’appalto, i costi sono in capo alla società assegnataria», precisa Meroni. Le multe non pagate per verbali notificati all’estero ammontano a 5,3 milioni di euro e sono così spalmate: per l’anno 2014 risultano essere non pagati 9.806 atti per un totale di 961 mila euro, che salgono poi nel 2015 a 21.761 multe per 2,3 milioni di euro, nel 2016 scendono a 8.628 per un introito di 1.056.000 euro, e stabilizzarsi anche nel 2017 su 8.879 multe per un presunto incasso di 1.065.000 euro. «La ditta assegnataria dovrà muoversi in velocità in quanto il contratto prevede che si provveda entro 60 giorni alla notifica delle multe non pagate dai contravventori esteri», informa l’assessore Meroni. Il comune deve rincorrere anche i multati italiani. «Per il 2019 le multe non ancora incassate sono pari a un milione di euro, che diventeranno due con le maggiorazioni di legge previsti dopo i 60 giorni di morosità», conclude l’assessore al bilancio. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie