CHIUDI
CHIUDI

27.09.2019

Progetto Controllo del vicinato Già raccolte 100 adesioni

Cartello del controllo del vicinato
Cartello del controllo del vicinato

Ha già raccolto 100 adesioni il progetto del Controllo del vicinato, che promuove la sicurezza urbana attraverso la partecipazione attiva dei cittadini lupatotini e per sostenere e diffondere il progetto, il Comune ha organizzato una serie di incontri pubblici. Il primo, aperto a tutti i cittadini, si terrà alle 21 questa sera all’ex chiesa di Pozzo; il secondo mercoledì 9 ottobre al Centro comunitario di Raldon e il terzo lunedì 14 ottobre al Centro Culturale di piazza Umberto I. Sono stati nel contempo posati in varie zone del paese i cartelli stradali che indicano le zone sottoposte al controllo del vicinato e saranno distribuiti agli aderenti gli adesivi da apporre sui cancelletti e all’esterno delle proprie abitazioni. Il comando della Polizia locale ha già suddiviso le zone, individuando i referenti dei gruppi e attivando le chat su WhatsApp. I gruppi sono due a Pozzo, uno a Raldon e uno nel capoluogo e man mano che cresceranno le adesioni, specie per il centro di San Giovanni, saranno creati altri gruppi. Nasce così un sistema integrato di sicurezza, che prevede la collaborazione tra forze dell’ordine, amministrazione comunale e società civile. L’assessore alla sicurezza Maurizio Simonato spiega: «Il progetto di Controllo del vicinato coinvolge i cittadini con un impegno molto semplice che non porta via tempo e che consiste sostanzialmente nell’osservare con più attenzione cosa succede attorno a noi e nel caso condividerlo nel gruppo. Si tratta di agire in particolare sulla prevenzione, che affianca quanto già l’amministrazione comunale nell’ambito del controllo e repressione dei fenomeni delittuosi. Siamo anche sicuri che con la partecipazione dei cittadini, partendo dalla sicurezza, si arrivi ad una maggiore condivisione e contatto e quindi a costruire uno spirito comunitario nuovo, dove ci si aiuti reciprocamente tra vicini attraverso un maggior senso civico e calore umano». Intanto domani, nell’ambito della giornata sulla Sicurezza e il soccorso, alle 18 al cinema Astra si terrà l’incontro pubblico con il Capitano Ultimo, il colonnello dei carabinieri Sergio De Caprio che nel 1993 arrestò il superlatitante Totò Riina, il boss dei boss di Cosa nostra. •

R.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1