CHIUDI
CHIUDI

04.06.2020 Tags: San Giovanni Lupatoto

Piscine ancora chiuse «Il via libera solo in totale sicurezza»

La vasca interna delle piscine di San Giovanni Lupatoto
La vasca interna delle piscine di San Giovanni Lupatoto

Chi sperava di andare nei prossimi giorni nel centro natatorio Federico Garofoli a fare il bagno deve mettersela via. «Serve un po’ di pazienza», ha detto il sindaco Attilio Gastaldello con riferimento alla piscina di viale Olimpia, chiusa da oltre due mesi e mezzo per il blocco di attività anticoronavirus che ha coinvolto tutti gli impianti sportivi. Il primo cittadino ha spiegato anche le motivazioni che impongono il prolungamento della pausa di funzionamento del centro sportivo. I motivi sono due: l’applicazione completa delle misure previste dalle linee guida regionali e la verifica dell’equilibrio economico sottostante al contratto di gestione. «L’apertura certamente ci sarà», ha detto il sindaco Gastaldello, «ma per tornare ad accogliere pubblico dovranno essere rispettate le nuove regole, principalmente in materia di contingentamento degli accessi e degli spazi acqua. La riapertura avverrà quindi solo in condizioni di sicurezza totale e di rispetto delle norme sanitarie». «Inoltre, c’è il problema economico», ha aggiunto Gastaldello. «Il concessionario opera in virtù di una convenzione sottoscritta a seguito dell’assegnazione di una gara di appalto. La relativa offerta poggia su una capacità ricettiva dell’impianto natatorio. È prevista l’entrata nel centro sportivo di un certo numero di utenti che determinato un fatturato». «Il Decreto Rilancio prevede la riparametrazione delle gare a seguito dell’introduzione del contingentamento», ha detto ancora il sindaco. «Stiamo lavorando proprio per trovare il punto di riequilibrio per la riapertura delle piscine ma serve un po’ di pazienza». I vincoli introdotti dalla nuova normativa regionale sono stringenti. La densità di affollamento in vasca è calcolata con un indice di 7 mq di superficie di acqua a persona e la quella nelle aree solarium e verdi è calcolata con un indice di non meno di 7 mq di superficie di calpestio a persona. Per la disposizione delle attrezzature (sedie a sdraio, lettino) vanno definiti percorsi dedicati in modo da garantire il distanziamento sociale di almeno 1,5 metro tra persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare o conviventi. In tema di sicurezza igienica è stabilito che prima di entrare nell’acqua di vasca vada fatta una accurata doccia saponata su tutto il corpo. Le aree comuni, come spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, cabine, attrezzature (sdraio, sedie e lettini) vanno sanificate. Va ricordato che la superficie complessiva del centro sportivo intitolato al benefattore Federico Garofoli è di 16.500 metri quadrati di cui poco meno di 5.000 occupati dall’edificio del centro sportivo comprendente atrio, zona fitness, centro estetico, sauna, spogliatoi, vasche delle piscine interne e spogliatoi. La zona esterna ha una superficie di 12mila metri quadrati occupati dalle due piscine, campetto da beach volley e dal solarium. Gastaldello ha dato informazioni anche sulla riattivazione delle giostrine nei parchi gioco. «Per quanto riguarda le giostrine la normativa già consente la riapertura nel rispetto però di alcune prescrizioni». ha spiegato il sindaco. «Ci sono diversi adempimenti che stiamo soddisfacendo tra cui la sanificazione quotidiana delle attrezzature. Dotare i parchi giochi di gel e dispenser per la pulizia delle mani sarebbe però per l’amministrazione comunale una battaglia persa. Per questo ci stiamo orientando a chiedere a tutti i frequentatori di essere dotati di gel e agli accompagnatori di essere dotati di questa sostanza e di cospargere le proprie mani e quelle del bambini che salgono sulle giostrine». «Riteniamo che entro la fine della settimana 1-7 giugno i parchi possano essere riaperti e dotati delle nuove giostrine in sostituzione di quelle obsolete», ha concluso il sindaco Gastaldello. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie